Passa ai contenuti principali

Emilia Romagna e Liguria... si incontrano!!!


(dosi valide per 6 piadine)
Ingredienti:
6 piadine ai semi di finocchio; 100 gr. di pomodorini ciliegia; 100 gr. di tacchino a fette; 100 gr. di provola a fette; 150 gr. di pesto al basilico; sale e pepe q.b.
Preparazione:
Lavare e tagliare a spicchietti i pomodorini ed amalgamarli con il pesto; regolare di sale e pepe, tenere da parte.
Far scaldare a fiamma bassa una padella atta a contenere la piadina, mettere questa a cuocere prima da un lato e poi dall'altro. Tirarla fuori e metterla su un piatto, farla freddare un attimo altrimenti ci si scottano le dita.
Mettere una fetta di tacchino o più a seconda la grandezza della vostra piadina (la mia era piccolina) sino a coprire uno dei due lati ; una o più fette di provola; 1 o 2 cucchiai di pomodorini al pesto.
Arrotolare su se stessa la piadina e poi farla scaldare sulla padella calda da ambo i lati per 3 minuti circa. Affettare e servire.
Piatto unico o all'occorrenza antipasto o fingerfood; unica avvertenza se serve per un buffet cercare di tenerla in caldo; fredda non è proprio il massimo del gusto.
Le piadine ai semi di finocchio sono state una scoperta, ne hanno regalato un po' a mio marito mentre questo condimento da quando l'ho improvvisato circa un anno fa, è diventato il mio preferito perché lo trovo molto gustoso; profumato e più leggero (non inteso come calorie ma come digeribilità) dei classici ripieni.
Vino consigliato: LAMBRUSCO VILLA CIALDINI "CHIARLI"
E' un vino doc di produzione emiliana ottenuto da una singola vigna della tenuta Generale Cialdini situata nella zona precollinare di Castelvetro (MO), considerata la più vocata per la coltivazione dell'antico vitigno Grasparossa.
Dal colore rosso rubino intenso con orli violacei; spuma vivace ed evanescente; ha un odore spiccatamente vinoso ma particolarmente aromatico, profuma infatti di more e lampone. Dal sapore secco; asciutto; morbido; dolce ed armonico, si abbina perfettamente con i piatti tipici della regione tipo tortellini; zampone; etc.; perché grazie alla sua acidità attenua la sapidità di composizioni particolarmente grasse.

Commenti

  1. La prossima volta che farò la piadina metterò i semi di finocchio!!
    devono essere molto saporite ^_*
    brava Baci Anna

    RispondiElimina
  2. Un bel modo di farcire la piadina,
    non lo avevo mai sentito. Brava ed
    originale come sempre, baci!
    P.S. Un giorno o l'altro ucciderò
    Melania che mangia un chilo di dolci e dimagrisce di due chili...
    ggrrr.... ;-))))

    RispondiElimina
  3. Il trionfo della piadina con il lambrusco, si vede che vivi in EmiliaRomagna,l'ho mangiata spesso
    ma mai condita così, deve essere buona. Provare per credere! Un abbraccio Debora!

    RispondiElimina
  4. @ In effetti è leggermente più aromatica con i semi di finocchio.. baci Anna, se posso stasera vengo a trovarti.
    @ Grazie mille Marta.. e non uccidere la cara Melania.. porella ;-))) Baci
    @ Melania provala e poi mi dirai.. vivo in Emilia sì ma almeno il lambrusco lo conoscevo già; la piadina sinceramente no. Abbraccissimi.. ed urla se Marta ti picchia ;-)

    RispondiElimina
  5. Ciao, è la prima volta che vedo una piadina farcita così e deve essere sfiziosa, da buon forlivese amo molto la piadina in tutti i modi. Complimenti per il tuo blog è vivace e colorato, mi piace la "carta dei vini" e le torte nello slide. Luca il forlivese.

    RispondiElimina
  6. Ciao Luca, a parte mio marito credo tu sia il primo maschietto che mi scrive, quindi anzittutto benvenuto; secondo detto da un emiliano doc che questa farcia è sfiziosa mi fa piacere e terzo grazie mille per i complimenti al mio blog ma per quanto concerne i colori penso che il merito sia di Azzurra di GraficScrabbles che non ho mai ringraziato pubblicamente e colgo l'occasione per farlo ora.
    Arrivederci, Debora.

    RispondiElimina
  7. eccoti debora!!! non riuscivo ad entrare nel tuo blog ma e solo perche sono rinco :((((
    per fortunas adesso posso ammirare le tue ricettine originali....brava come sempre!!!
    queste piadine sono una golosita!!! alla prossima un bacione!!!

    RispondiElimina
  8. Omonimaaaaaaa che piacevole sorpresa. In che senso non riuscivi ad entrare nel mio blog???? Grazie mille. Baci

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Monsieur le savarin... ehm no, ò babà!!!

BABA' AL RHUM (dosi valide per 12 stampini 6x6 cm) Ingredienti: 300 gr di farina Manitoba; 3 uova grandi; 100 gr di burro; 100 gr di latte; 25 gr di zucchero semolato ; 10 gr di lievito di birra; 1/2 cucchiaino di sale; burro q.b. Bagna: 400 gr di zucchero semolato; la buccia di 2 arance; la buccia di 2 limoni; 3 dl di rhum; 1 lt d'acqua; un baccello di vaniglia; 4 chiodi di garofano. Glassatura: Un cucchiaio di rhum; 3 cucchiaini di gelatina d'albicocche; 3 cucchiai d'acqua. Preparazione: * Lievitino Sciogliere il lievito di birra con 50 gr di latte tiepido ed un cucchiaino di zucchero, farlo riposare una decina di minuti e poi impastarlo con 70 gr di farina (tutto da decurtare dal totale generale). Lasciar lievitare sino al raddoppio, coprendo la ciotola con un telo inumidito e ben strizzato. * Primo impasto Versare in una ciotola la restante farina, fare la fontana. Unire il lievitino e le 3 uova. Impastare schiacciando ripetutamente nella mano l&#

Il Ghostmisù

Link:  https://www.mtchallenge.it/2016/11/19/ghostmisu/ Ghostmisù (dosi generali valide per 4/6 persone) Bagna – Ingredienti: 200 ml d’acqua 100 gr di zucchero semolato 80 ml di Tequila Preparazione: Su fuoco dolce mettere a scaldare l’acqua e lo zucchero sino al completo scioglimento dello stesso. Appena raggiunto un leggero bollore, unire la Tequila e mescolare. Far evaporare leggermente l’alcool, spegnere il fuoco. Travasare in una capace ciotola e tenere da parte. *Usare preferibilmente tiepida o il grado d’assorbimento dei biscotti, cambia. Crema di mascarpone – Ingredienti: 400 gr di mascarpone 2 cucchiai *da minestra di zucchero semolato 2 uova di medie dimensioni a temperatura ambiente Preparazione: Separare i tuorli dagli albumi. Mantecare il mascarpone con lo zucchero, unire i tuorli ed amalgamare il tutto, sino ad ottenere una crema liscia e senza grumi. Montare a neve ferma gli albumi. Aggiungere la massa montata, un cucchiaio per volta, al co

L'ultimo MTC... lo famo strano!!!

L'ultimo giorno di gara per l' MTC , in tutti i sensi della parola... perché con oggi si chiude un cerchio, esattamente nel modo in cui è cominciato: con la tortilla di patate. 8 anni fa apriva le danze di questo splendido gioco   Alessandra   mentre la chiusura spetta invece a Mai  del blog "Il colore della curcuma". 72 sfide, 6 libri pubblicati, tanti blog partecipanti almeno 50 o forse anche più, molti vincitori, parecchie lezioni  di cucina imparate, ecc. Ho cominciato a giocare dalla 3 sfida in poi ma purtroppo non le ho seguite tutte, mi spiace finisca tutto qui, mi spiace che la formula cambi ma da gioco istruttivo diventerà una vera  e propria scuola di cucina, in bocca al lupo agli alunni e buon lavoro agli insegnanti. Ricordo come fosse ieri l'imbarazzo quando mi sono proposta di partecipare per la prima volta, non mi sentivo all'altezza; ricordo quando ho detto a mio marito: "Sai adesso comincerò a giocare con l'MTC"