Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2010

Ancora "una"... "doppia" portata!!!

TORRETTA D'ANANAS
(dosi per 2/3 persone)
Ingredienti:
100 gr. di ricotta di pecora; 120 ml. di panna vegetale; 3 cucchiai di zucchero semolato; un cucchiaio di rhum; un pizzico di cannella in polvere; 30 gr. di pistacchi; 2 cucchiai di liquore Strega; 4/5 cucchiai di zucchero al velo; 8/9 fettine d'ananas (fresco o sciroppato); ribes; gocce di cioccolato fondente; zucchero al velo e vaniglia bourbon q.b.
Preparazione:
Pulire o sgocciolare dal liquido di conservazione l'ananas e tenerlo da parte.
Preparate la simil glassa ai pistacchi; tritateli finemente il più possibile, amalgamateli con lo Strega e tanto zucchero al velo sino a quando non avrete raggiunto una consistenza semi fluida.
Fate la crema di ricotta, amalgamando la stessa (ben sgocciolata) con lo zucchero semolato; il rhum e la cannella. Semi montare la panna, unire la crema di ricotta e finire di montare. Aggiungere le gocce di cioccolato e mescolare.
Disporre una fettina d'ananas sul piatto, con una sacca à poche …

Sfida mensile MTC... guardo e partecipo!!!

CONIGLIO GLASSATO ALLA BIRRA
(dosi valide per una persona)
Ingredienti:
400 gr. di coniglio; 3 spicchi d'aglio; 500 ml. di birra scura; una cipolla, una stecca di cannella; 3 chiodi di garofano; 2 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva; 3 cucchiai di farina "00"; un bicchiere d'acqua calda; due cucchiai d'olio extra vergine d'oliva; rosmarino; salvia; timo; sale e pepe q.b.
Contorno:
2 pomodori da insalata; uno spicchio d'aglio; un cucchiaio d'olive nere tritate; 1/2 cucchiaio di capperi; un cucchiaio di aceto balsamico; un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva; 2 filetti d'acciuga sott'olio; origano in polvere; indivia riccia; sale e peperoncino q.b.
Preparazione:
Disossare il coniglio e tagliarlo a dadi; lavarlo per bene con acqua e sale. Disporlo in una terrina profonda; unire 2 spicchi d'aglio tagliati a lamelle; la cipolla tagliata a metà; il rosmarino; la salvia; il timo; la stecca di cannella spezzata in due pezzi ed i chi…

Dagli studi di... "chi l'ha visto"!!!

RISOTTO ALLA ZUCCA
(dosi valide per 2 persone)
Ingredienti:
140 gr. di riso; 200 gr. di polpa di zucca; 1/2 scalogno; 1/2 bicchiere di vino bianco; una noce di burro; 250/300 ml. di brodo vegetale; uno spicchio d'aglio; un fungo porcino di medie dimensioni; sale; pepe o peperoncino; timo fresco; burro e parmigiano grattugiato (facoltativo) q. b.
Preparazione:
Pulire e mondare la zucca dai filamenti e dai semi, tagliarla a tocchetti e tenerla da parte.
Pulire il fungo porcino e tagliarlo a fettine sottili, tenere anche questo da parte.
In una capace casseruola fate appassire lo scalogno finemente affettato con il burro, unite il riso e fatelo tostare. Unite la zucca e fatela rosolare un po', sfumate con il vino bianco e quando questo è assorbito completamente, cominciate ad un unire un mestolo di brodo caldo alla volta, sino a completare la cottura del riso e della zucca; mescolate spesso. Regolate con sale e pepe o peperoncino.
Negli ultimi cinque minuti circa di cottura, smettete di …

Piccante al... punto giusto!!!

TORTA AL PEPERONCINO (dosi valide per uno stampo da 22/24 cm. di diametro) Ingredienti: 60 gr.di burro; 75 gr. di zucchero semolato; un uovo; 100 gr.di cioccolato fondente; 110 gr. di farina "00"; un cucchiaio di scorza d'arancia grattugiata finemente; un cucchiaino di peperoncino in polvere; 1/2 bustina di lievito per dolci; un cucchiaio di Cointreau; un cucchiaio di cacao amaro; 125 ml. di latte. Copertura: 125 gr. di cioccolato fondente da copertura; 180 ml. di panna vegetale. Preparazione: Fondete il cioccolato con il burro, fuori dal fuoco unite il liquore; il peperoncino; la scorza d'arancia, mescolate il tutto e lasciate intiepidire. Nel frattempo montate a spuma l'uovo con lo zucchero, unire la farina setacciata con il cacao, un po' alla volta, aiutandovi con il latte. Amalgamate anche il composto di cioccolato e per finire aggiungete il lievito. In forno già caldo a 180° per 30 minuti circa (prova stuzzicadenti sempre valida). Sformare la torta e lasciarla fr…

Dal polveroso... archivio!!!

ANANAS IN CROSTA
(dosi variabili)
Ingredienti:
500 gr. di ananas fresco o sciroppato; un rotolo di pasta sfoglia; chicchi di melagrana; clementine; zucchero al velo; zucchero semolato; limoncello; maraschino; salsa alle fragole; panna liquida; toping al cioccolato q.b.
Preparazione:
Pulire l'ananas o sgoccialarlo dal liquido di conservazione; tagliarlo a tocchetti e metterlo a macerare per un giorno con uno spruzzo di maraschino; un cucchiaio di zucchero semolato ed i chicchi di melagrana; coperto da pellicola alimentare.
Nel frattempo con la carta stagnola preparate le formine... prendete una bottiglia di succo di frutta se le volete fare di piccole dimensioni o di birra se le volete più grandi. Avvolgete due volte la carta argentata sulla bottiglia senza stringere troppo, altrimenti non la togliete più a partire dal collo; poi togliete la bottiglia, riempite la cavità con altre palline di carta stagnola (o non regge il peso della pasta sfoglia) e sagomate la vostra formina; se gli dat…

Un must... palermitano!!!

PANI CA' MEUSA
Guardate bene le foto e poi chiudete gli occhi, seguitemi e spero in questo modo di farvi fare un'altro giro virtuale per le strade di Palermo, dove colori; profumi; sapori si confondono e si uniscono, in una perfetta armonia... Siamo nel cuore della città, la parte vecchia o antica, in uno dei mercati cittadini tra i più popolari "La Vucciria"; ho scelto questo e non "Ballarò" per esempio o "Il Capo" per due motivi: primo perché grazie al famoso quadro di Guttuso è forse il più noto; secondo perché proprio il termine vucciria ha un signficato specifico, che potrà forse aiutarvi a comprendere meglio la mia città...! Vucciria in dialetto, confusione; caos in italiano ma, non dobbiamo vedere questa parola necessariamente come espressione di un qualcosa di negativo, perché ad esempio se siamo in un ospedale diciamo "Matri mia chi silenziu" mentre se siamo in un parco pieno di bambini che giocano diciamo "Chi vucciria ca fan…

Riciclo... riadattato!!!

FRITTELLE FETA E SPINACI
(dosi valide per uno stampo medio)
Ingredienti:
3 uova; 100 gr. di feta; 100 gr. di ricotta; 2 cucchiai di besciamella o panna da cucina; 200 gr. di spinaci lessati; uno spicchio d'aglio; un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva; un cucchiaio di vino bianco; semi di sesamo; pangrattato; sale; dragoncello in polvere; peperoncino q.b.
Preparazione:
Lessare gli spinaci in abbondante acqua salata con il vino; lo spicchio d'aglio intero (da togliere a fine cottura); l'olio ed il peperoncino. Scolateli e strizzateli per bene.
Nel frattempo amalgamate la ricotta con la feta; unite le uova; gli spinaci; la besciamella e mescolate il tutto.
Ungete leggermente una pirofila antiaderente e spolverate la superficie di pangrattato, travasate il composto di uova e formaggi, spolverate con un po' di dragoncello e fate una copertura di semi di sesamo abbondante.
In forno già caldo a 190° per 30/35 minuti.
Sformare, far intiepidire e poi con le formine dategli…

Un "freddo"... cadeau!!!

RED ICE
Occorrente:
Acqua; chicchi di melagrana o ribes; formine per ghiaccio.
Realizzazione:
Pulire e sgranare i grani di ribes o melagrana, metterne un numero dispari da 3 a 5 in ogni stampino per il ghiaccio e poi coprire con acqua.
In frezeer a solidificare sino al momento dell'uso.
Una piccolissima idea di decorazione; questi simpatici cuoricini possono benissimo arricchire l'aperitivo del Natale o lo spumante per San Valentino, ecco perché ho rigorosamente scelto dei chicchi rossi... Chicchi perché beneauguranti e rossi perché il rosso sarà il colore predominante per le imminenti festività ma è anche rappresentativo dell'amore, della passione.
Un" freddo" cadeau ma forse sarebbe stato giusto chiamarlo speedy cadeau... perché scappooooooooooo ma mi mancate.
Semplice e veloce per compensare in parte qualcosa di più corposo e serio. Buona giornata, byee.
Con questa ricetta partecipo al contest "Rosso sopraffino... Le ricette di S. Valentino" de La cuochina …

Leggerezza... gustosa!!!

STRACCETTI DI TACCHINO ALLE ERBE
(dosi valide per 2 persone) Ingredienti: 300 gr. di tacchino; il succo di 1/2 limone; uno spicchio d'aglio; sale; peperoncino; pangrattato; prezzemolo; salvia; timo; erba cipollina q.b. Preparazione: Pulite il tacchino dai filamenti, tagliatelo a straccetti e mettetelo a marinare con il succo di limone almeno per un paio d'ore.Nel frattempo fate un trito di prezzemolo; aglio e le altre spezie in polvere, unite il tutto a del pangrattato.Trascorse le due ore il succo di limone si è completamente assorbito ma se così non fosse, un pezzettino alla volta sgocciolatelo per bene e passatelo nel composto pangrattato; erbette e poi in una pirofila coperta da carta forno. I pezzetti di tacchino (va bene anche il pollo) devono stare tutti vicini vicini.Regolate con sale e peperoncino, passate in forno già caldo a 190° per 40/45 minuti circa. Servire e gustare.Leggerezza gustosa... è un piatto davvero molto leggero, infatti non è stato usato alcun tipo di gras…

Proviamo a pensare... alle feste!!!

ARANCE AL CIOCCOLATO
(dosi variabili)
Ingredienti:
200 gr. di cioccolato fondente; una noce di burro; un cucchiaio di latte; scaglie di mandorle pelate; ribes; arance; zucchero al velo q.b.
Preparazione:
Sbucciare e pelare benissimo le arance, dividerle in spicchi e tenere da parte.
Fondere a bagnomaria il cioccolato con il burro; lontano dal fuoco unire il latte ed amalgamare il tutto. Lasciare leggermente intiepidire.
Immergere gli spicchi d'arancia nel cioccolato, guarnire un'estremità con le mandorle e posizionarli nello stecco di legno.
Mettere in frigo a rassodare e tenere lì sino al momento dell'uso.
Pulire il ribes, asciugarlo con carta cucina e comporre il piatto; spolverando il tutto con zucchero al velo (per simulare la neve) da mettere all'ultimo minuto o si asciuga scomparendo alla vista.
Non so ancora se a Natale resto qui o vado giù dai miei, quindi fin quando posso, se posso mi piacerebbe farvi conoscere le mie idee di presentazione dei piatti; definire questa un…

Dalla Grecia... con sapore!!!

SPANAKOPITA
(dosi valide per 4/6 persone)
Ingredienti:
300 gr. di pasta fillo; un uovo; 500 gr. di spinaci surgelati; 200 gr. di feta; 200 gr. di ricotta di bufala; 1 cucchiaio di vino bianco; 1 spicchio d'aglio; semi di sesamo; dragoncello in polvere; sale; peperoncino ed olio extra vergine d'oliva q.b.
Preparazione:
Far lessare gli spinaci con abbondante acqua salata, insieme allo spicchio d'aglio; un filino d'olio ed il vino. Regolate con sale e peperoncino; scolarli e strizzateli per bene.
Eliminate l'aglio.
Amalgamare schiacciando con una forchetta la ricotta e la feta; unirvi gli spinaci; l'uovo ed il dragoncello.
Dai fogli di pasta fillo ricavare 8 quadrati per foglio e cominciate a disporli, uno alla volta facendo otto strati in tutto, in una pirofila da forno unica o mini stampini spennelati d'olio; ricordandosi d'oliare man mano anche i fogli, mentre li sistemate sfaldando un po' le punte e facendo in modo che parte della pasta fuoriesca dallo st…

Ho cambiato il... look!!!

MOUSSE DI MELA
(dosi valide per 12/15 pirottini)
Ingredienti:
200 gr. di cioccolato fondente; 200 ml. di panna vegetale; 40 gr. di zucchero al velo; 2 mele delicious; 2 cucchiai di zucchero semolato; 0,5 dl. di rhum; succo e scorza grattugiata di un lime; 1/2 cucchiaino di cannella in polvere: sigarette wafer e granella di nocciole q.b.
Preparazione:
Tagliare le mele a tocchetti e farle macerare per un paio d'ore con la cannella; il rhum; lo zucchero semolato; la scorza ed il succo del lime.
Nel frattempo fondere 150 gr. di cioccolato fondente a bagnomaria, raggiungendo una temperatura compresa tra i 40° ed i 50°. Fuori dal fuoco unite il restante cioccolato ed amalgamate sino a raggiungere una temperatura compresa fra i 30°-32°; lasciatelo intiepidire un po' e poi con un pennello da cucina rivestite i pirottini di carta; capovolgeteli a faccia in giù man mano che li fate. Ripassateli tutti una seconda volta, fateli freddare a faccia in giù a temperatura ambiente e poi in frezeer pe…

Nascondete la... grattugia!!!

Questa è la frase con cui sono cresciuta... frase ricorrente tutti gli anni nella notte tra l' 01 novembre (festa di ognissanti) ed il 02 novembre (commemorazione dei defunti).
I siciliani e palermitani soprattutto hanno già capito il perché... perché fa parte della nostra tradizione popolare festeggiare i "morti", ancor più del Natale (inteso come regalia ai bambini, non come festa in sé) perché quest'ultimo arriva dal nord Europa; non fa parte delle nostre radici.
Sembra un paradosso... come si possono festeggiare persone care che sono trapassate a miglior vita??
Si festeggiano andandoli a trovare; portando loro un fiore ma non con la solita tristezza che accompagna questo momento, bensì al contrario con tanta allegria; ci si veste a festa e si va a trascorrere una giornata con loro, insieme a tutta la famiglia con anche i bambini, proprio per abituarli che non bisogna temere i defunti, specie quando ci hanno appena portato dei doni; perché nonostante tutto ci contin…