Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2018

My first... gravity cake!!!

GUINNES CAKE
(dosi valide per una torta di 18 cm di diametro)
Ingredienti:
150 gr di Guinness; 120 gr di burro; 5 gr di cioccolato fondente; 30 gr di cacao amaro; 200 gr di zucchero di canna; 65 gr di panna acida; 1 uovo medio; 130 gr di farina "0"; un pizzico di sale; un cucchiaino di bicarbonato di sodio; burro e farina q.b.
Ingredienti farcia:
250 gr di Philadelphia; 100 gr di zucchero al velo; 80 gr di panna acida.
Preparazione:
Tagliare a dadini il burro ammorbidito a temperatura ambiente ed il cubetto di cioccolato.
Versare la birra in una pentola.
Unire il burro ed il cioccolato.
Porre la pentola sul fornello acceso, con una fiamma medio/bassa.
Mescolare sino a che il burro si sciolga; la birra non deve bollire.
Allontanare la pentola dal fornello.
Versare il cacao e mescolare.
Aggiungere lo zucchero e mescolare. Il cacao e lo zucchero si devono amalgamare con la birra ed il burro.
Lasciare raffreddare e versare in un'ampia ciotola.
Preriscaldare il forno a 180°.
In un'altra c…

In fondo... al mar!!!

Al grido di cos'è l'MTC
Tutto il web rispondeva il gioco scuola più cool della rete, dove ogni mese ci si sfidava giocando ed imparando con la ricetta proposta dal vincitore della volta precedente.
Ma con la tortilla avevamo detto che il cerchio si chiudeva, diventava una vera scuola dove solo un tot di persone sarebbero state ammesse e giudicate dai proff.
Nasce quindi laMysTeryClocheche non è il nuovo modo di affrontare il gioco, anche se poteva era essere un'idea per rinnovarlo e dargli nuova linfa vitale, mia opinione ovviamente, ma diventa una vera  e propria prova d'ammissione alla scuola :-)
Degli ingredienti obbligatori,  da usarne almeno 4 su 7 ed una piccola dispensa dalla quale attingere per creare il proprio piatto.
Ho sbagliato tutto, non sono proprio riuscita ad essere puntuale e precisa come sono stati gli altri "studenti", dovevamo pubblicare alle 9,00 h del giorno 9 (chissà se è un caso o se c'è dietro un significato nascosto nella numerolog…

L'ultimo MTC... lo famo strano!!!

L'ultimo giorno di gara per l'MTC, in tutti i sensi della parola... perché con oggi si chiude un cerchio, esattamente nel modo in cui è cominciato: con la tortilla di patate.
8 anni fa apriva le danze di questo splendido giocoAlessandramentre la chiusura spetta invece a Mai  del blog "Il colore della curcuma".
72 sfide, 6libripubblicati, tanti blog partecipanti almeno 50 o forse anche più, molti vincitori, parecchie lezioni  di cucina imparate, ecc.
Ho cominciato a giocare dalla 3 sfida in poi ma purtroppo non le ho seguite tutte, mi spiace finisca tutto qui, mi spiace che la formula cambi ma da gioco istruttivo diventerà una vera  e propria scuola di cucina, in bocca al lupo agli alunni e buon lavoro agli insegnanti.
Ricordo come fosse ieri l'imbarazzo quando mi sono proposta di partecipare per la prima volta, non mi sentivo all'altezza; ricordo quando ho detto a mio marito: "Sai adesso comincerò a giocare con l'MTC"
"Con cosa?"
"Con M…

Aperitivo time...!!!

Vi va un aperitivo?
Come cocktail abbiamo un Hugo e in accompagnamento dei popcorn un po' insoliti.
La bevanda leggermente alcolica, è un'ottima alternativa allo Spritz, più fresco ed estivo, fruttato ed elegante. Fu inventato nel 2005 in Trentino Alto Adige da Roland Gruber ma ben presto, la sua bontà ha valicato i confini nazionali, diventando il cocktail ideale da gustarsi prima di cena, anche per i Tedeschi e gli Austriaci.


HUGO
(dosi valide per 150 ml)
Ingredienti:
2/3 di prosecco (100 ml); 1/3 di sciroppo di fiori di sambuco (50 ml); uno spruzzo di seltz *(acqua minerale gasata o acqua tonica); 2/3 cubetti di ghiaccio; una fettina di lime e qualche foglia di menta.
Preparazione:
Mettere in un bicchiere da cocktail o da vino bianco qualche cubetto di ghiaccio, poi versare esattamente nell'ordine: il prosecco; lo sciroppo di sambuco e il seltz.
Miscelare delicatamente e guarnire con una fettina di lime e qualche foglia di menta.
Servire subito.


POPCORN PICCANTI
(dosi variabili)
Ingr…

What time is it? It's... 5pm o'clock!!!

Ovvero l'ora del tè... 
Libri, film, scuola ci hanno insegnato che alle 17h convenzionalmente, mentre poi scopriamo che l'ora esatta in cui si svolge un afternoon tea va dalle 16 alle 18h circa, nel Regno Unito, tutti si fermano per sorseggiare la loro bevanda preferita e pasteggiare a suon di dolcetti e tramezzini vari.
Questo è quello che succede secondo l'immaginario collettivo; in realtà si tratta di una vera e proprio occasione mondana, non giornaliera quindi.
La moda fu lanciata da Anna Stanhope, duchessa di Bedford intorno al 1840 che prima chiese dei dolcetti d'accompagnamento al tè ed i più famosi sono gli scones, poi cominciò ad  invitare ai suoi tea party altri nobili che per non essere da meno ricambiarono, dando vita a quella che diventerà una delle tradizioni più importanti del Regno Unito esportata in tutto il mondo.
Chi non ha mai desiderato anche una sola volta provare l'ebbrezza di un afternoon tea in piena regola?
L'occasione di calarsi nell'a…

Nebbia in... Val Padana!!!

La prima volta che ho visto la nebbia è stata quando da Palermo mi sono trasferita qui a Modena, ormai qualche annetto fa.
Non l'avevo mai davvero vista, ne avevo sempre e solo letto o sentito parlare.
Ero in balcone di prima mattina ed all'improvviso vedo che da lontano arriva la nebbia... Una cappa fumogena che comincia ad avvolgere tutto quello che c'era nei dintorni: alberi; palazzi... fagocitandoli letteralmente.
Sinceramente ho temuto fosse un incendio ma, non sentendo la puzza di fumo, solo allora ho capito che era la "famosa" nebbia.
Così quando per la 70 sfida dell'MTCla vincitrice Greta ha proposto l'affumicatura casalinga ho subito pensato a qualcosa il cui fumo lascia una potente scia nell'aria: i sigari,  ovviamente di cioccolato, anche perché l'odore di quelli veri l'ho sempre trovato forte ed insopportabile.
Non avendo nessuna dimestichezza sull'affumicatura, ho letto un po' in giro oltre all'esaustivo post di Greta ma, s…

Il gusto del... gioco!!!

L'MTCgiunto alla sua sfida 69 è lieto di presentare a cura di Giulia "Alterkitchen" la cucina alcolica, ovvero come trasformare un cocktail in un piatto da portata. Giocare con l'MTChallengemi è sempre piaciuto, anche se con molte delle sfide proposte mi sarei trovata in seria difficoltà, inoltre ho anche perso il ritmo e l'occasione di continuare  a far parte di questa bella community... Ah proposito il sito si è completamente rinnovato, tutto è diventato più bello e più vivace, perché non farci un salto?! Ne vale la pena. Se oggi sono qui è grazie alla generosità della padrona di casa, Alessandra, che mi ha accettata come ospite giocante fuori gara. Non sono una grande bevitrice o intenditrice di cocktail, non ho il cocktail della mia giovinezza, ho bevuto giusto qualche Spritz, Bellini o Mojito anche se mi affascinano e per puro divertimento qualcuno l'ho anche preparato e lo trovate qui nel blog. Più che dal loro sapore sono attratta dal loro colore e dal loro…