Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2014

E tutto... si sistemò!!!

L'importanza della famiglia ©

-Si può sapere che fine hai fatto? Non dirmi che mi hai dato buca! Giuro che ti tolgo l’accesso alla cucina! Seriamente, Mela… non lasciarmi solo… daaai! Pensa che Lor porterà con sé una misteriosa ragazza! Non ti puoi perdere l’evento!-

Davide inviò l’sms ed attese, calandosi le mani nelle tasche del pesante cappotto. Quasi tutti i suoi parenti erano arrivati e di Melania non c’era traccia. La donna gli aveva promesso di fargli compagnia in quella serata  per il compleanno di suo nonno, ma nelle ultime settimane si era comportata in maniera strana. Il pensiero che forse quell’invito l’avesse messa a disagio per le implicazioni correlate al contesto “famiglia-evento importante” l’aveva sfiorato, ma non poteva essere. Conosceva Melania da una vita e tra loro c’era sempre stata solo amicizia e l’assenza di un filtro tra il cervello e la lingua di lei, rendeva impossibile il pensiero che forse per lei non fosse più così. Avevano passato molto tempo insieme …

Dal Trentino... alla Sicilia!!!

STRUDEL CASSATA
(dosi valide per 6 persone)
Ingredienti:
150 gr di farina "00"; un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva; un pizzico di sale; 100 ml d'acqua calda *(90 per me); 20 gr di burro; più farina e burro q.b.
Farcia:
350 gr di ricotta di pecora; 150 gr di zucchero semolato vanigliato; 30 gr di gocce di cioccolato; 100 gr di pan di Spagna; 0,5 cl di rhum.
Decorazione:
Marzapane; colore alimentare verde; ciliegie candite; scorze d'arancia candite e zucchero al velo q.b.
Preparazione:
Preparare la sfoglia come da dettagliate istruzioni di Mari del blog "Lasagnapazza".
Per la farcitura: sbriciolare in maniera grossolana il pan di Spagna e con questo ricoprire il fondo della sfoglia, lasciando 2 cm circa di spazio attorno ai bordi.
Spruzzarlo con il rhum e preparare la crema di ricotta.
Usare della ricotta ben sgocciolata e lavorarla a crema con lo zucchero.
Unire le gocce di cioccolato, amalgamare il tutto e versare sopra il pan di Spagna.
Cominciare ad arro…

Un compleanno... da festeggiare!!!

SABLE' SALATI
(dosi valide per 35/40 pz.)
Ingredienti:
100 gr di burro morbido; 170 gr di farina "00"; 30 gr di maizena; un tuorlo + un uovo intero; 50 gr di granella di mandorle o nocciole; 50 gr di pecorino o parmigiano grattugiato; un cucchiaino di sale; erbe di Provenza; pepe ed acqua fredda q.b.
Preparazione:
Lavorare il burro a crema con le fruste e poi unire il tuorlo e l'uovo.
Amalgamare ed aggiungere il pepe; il sale ed il formaggio e la granella della frutta secca scelta e mescolate.
Unire un po' alla volta la farine setacciate ed aggiungere dell'acqua fredda se necessario; dovete ottenere un composto morbido ma ben compatto e non appiccicoso.
Stendere l'impasto tra due fogli di carta forno e farlo riposare in frigorifero almeno un'ora o anche di più se serve.
Ricavare le formine con gli appositi stampini e cuocere su leccarda coperta da carta forno a 160° per 20 minuti circa.
Fare raffreddare a temperatura ambiente e poi servire come aperitivo o snac…

Tante forme... d'amore!!!

Illusioni e realtà ©
«Cosa stiamo guardando?» chiese con impazienza Melania.
Era arrivata al ristorante di Davide da più di mezz’ora e Lorenzo l’aveva piazzata di fronte ad un forno, a fissare il vetro scuro dell’elettrodomestico.
«Uh! Quanta impazienza!» sbottò Lorenzo «Quando saranno pronti lo vedrai!» «Ok… possiamo parlare nel frattempo o hai paura che qualsiasi cosa ci sia lì dentro, origli?» «Melania, è un forno… cosa potrebbe esserci lì dentro, se non cibo?» «Ah, non so… data la segretezza con cui mi hai messa qui a sorvegliarlo, credevo stessi nascondendo un latitante» replicò stizzita lei. Il ragazzo fece roteare gli occhi buttando indietro la testa e sbuffando. «Ti hanno mai detto che sei insopportabile?!?» «» rispose secca «Ora possiamo parlare?» «Si può sapere che fretta hai?» domandò lui, esasperato. «Se mi ascoltassi, lo capiresti!» Lorenzo chinò la testa sul petto, scuotendola. I riccioli scuri danzarono morbidamente, disponendosi in modo scompigliato. «Ok…» acconsentì «Andiamo a p…