Passa ai contenuti principali

Sembra ma... non è!!!


STROZZAPRETI PASTICCIATI
(dosi valide per 2 persone)
Ingredienti:
150 gr. di strozzapreti; 10 pomodorini ciliegia; 1 mazzetto di rucola; 1 spicchio d'aglio; 80 gr. di philadelphia (1 panetto); 1 dl. di vino bianco; 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva; sale e pepe misto (verde; bianco; nero e verde) q.b.
Preparazione:
Lessare la pasta in abbondante acqua salata; nel frattempo preparare il condimento. Pulire e tagliare a tocchetti i pomodorini; farli saltare in padella con l'olio, lo spicchio d'aglio tagliato in pezzi piccolissimi. Sfumare con il vino bianco, regolare di sale e pepe misto macinato al momento, aggiungere la rucola tagliuzzata finemente e la philadelphia a tocchetti. Spegnere il fuoco.
Scolare la pasta al dente e versarla nella padella del sugo, mescolare ed amalgamare, la philadelphia dovrà sciogliersi completamente e servire.
Sembra ma non è... perché non è panna o besciamella; quindi anche se un piatto caldo non è eccessivamente pesante o poco adatto alla stagione; al contrario risulta fresco e gustoso; inoltre si prepara davvero in pochi minuti ed a volte queste ricette semplici e veloci servono no?

Vino consigliato: BIANCO DI CUSTOZA "CAVIS"
Vino bianco doc prodotto in Veneto principalmente nelle zone di Peschiera del Garda; Sommacampagna; Lazise con uve: Trebbiano; Garganega; Tocai in massima percentuale.
Dal caratteristico colore giallo paglierino, al naso risulta vinoso; molto profumato e leggermente aromatico. Al palato si mostra sapido; morbido; di giusto corpo e con piacevole retrogusto amaragnolo.

Commenti

  1. Ma che buono questo piattino! Io sostituirei la philadelphia con la ricotta, che dici, si può?!
    Baci :)

    RispondiElimina
  2. Che delizia!!!Anche io sostituisco sempre la panna con il philadelphia,e secondo me è anche più buono!!!
    Bacioni

    RispondiElimina
  3. Bella idea quella di sostituire la panna con la philadelphia, allegerisci il piatto aggiungendo un tocco di gusto in più. Davvero da copiare, un bacione. Ciao!
    P.s. Bellissima Venezia, romantica
    sotto la luna in gondola...... ma che botta! Centocinquanta euro per mezz'ora! :-(((((

    RispondiElimina
  4. Anch'io non uso quasi mai la panna
    di solito la sostituisco con la ricotta, non avevo considerato la philadelphia. Buonissima idea! Baci!

    RispondiElimina
  5. Ma come mi piacciono queste ricettine buone e rapide!Oltretutto
    sono cose che bene o male ho sempre a casa ed è semplice fare un
    gustoso piattino. Brava! Bye bye!

    RispondiElimina
  6. In tema con i prossimi mondiali uno
    sfizioso piatto patriottico! Buona la philadelphia, sicuramente una valida e gustosa alternativa alla panna, brava! Un abbraccio, ciao!

    RispondiElimina
  7. Buonissima la tua pasta.....complimenti tutti ingredienti che adoro.....stefy

    RispondiElimina
  8. Giornatina campale, mal di testa assassino... quindi scusatemi ma dovrete accontentarvi di un grazie e di un abbraccio cumulativo per tutti voi... Flavia la philadelphia fonde meglio della ricotta, ma entrambi sono ottimi ovviamente.
    Baci

    RispondiElimina
  9. Ottima idea la philadelphia, io uso
    anche la crescenza proprio per evitare la panna che non piace molto nè a me nè ai miei. La prossima volta provo. Ciao, Carmela.

    RispondiElimina
  10. Alla crescenza non ho mai pensato, grazie Carmela, baci.

    RispondiElimina
  11. Mi piace, non ho mai provato con il philadelphia; devo assolutamente provare.
    Brava

    RispondiElimina
  12. Buonì anzitutto, benvenuta Claudia, grazie mille. Appena posso vengo a sbirciare nel tuo blog e quindi ricambiarti la visita. Ciao

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Monsieur le savarin... ehm no, ò babà!!!

BABA' AL RHUM (dosi valide per 12 stampini 6x6 cm) Ingredienti: 300 gr di farina Manitoba; 3 uova grandi; 100 gr di burro; 100 gr di latte; 25 gr di zucchero semolato ; 10 gr di lievito di birra; 1/2 cucchiaino di sale; burro q.b. Bagna: 400 gr di zucchero semolato; la buccia di 2 arance; la buccia di 2 limoni; 3 dl di rhum; 1 lt d'acqua; un baccello di vaniglia; 4 chiodi di garofano. Glassatura: Un cucchiaio di rhum; 3 cucchiaini di gelatina d'albicocche; 3 cucchiai d'acqua. Preparazione: * Lievitino Sciogliere il lievito di birra con 50 gr di latte tiepido ed un cucchiaino di zucchero, farlo riposare una decina di minuti e poi impastarlo con 70 gr di farina (tutto da decurtare dal totale generale). Lasciar lievitare sino al raddoppio, coprendo la ciotola con un telo inumidito e ben strizzato. * Primo impasto Versare in una ciotola la restante farina, fare la fontana. Unire il lievitino e le 3 uova. Impastare schiacciando ripetutamente nella mano l&#

Il Ghostmisù

Link:  https://www.mtchallenge.it/2016/11/19/ghostmisu/ Ghostmisù (dosi generali valide per 4/6 persone) Bagna – Ingredienti: 200 ml d’acqua 100 gr di zucchero semolato 80 ml di Tequila Preparazione: Su fuoco dolce mettere a scaldare l’acqua e lo zucchero sino al completo scioglimento dello stesso. Appena raggiunto un leggero bollore, unire la Tequila e mescolare. Far evaporare leggermente l’alcool, spegnere il fuoco. Travasare in una capace ciotola e tenere da parte. *Usare preferibilmente tiepida o il grado d’assorbimento dei biscotti, cambia. Crema di mascarpone – Ingredienti: 400 gr di mascarpone 2 cucchiai *da minestra di zucchero semolato 2 uova di medie dimensioni a temperatura ambiente Preparazione: Separare i tuorli dagli albumi. Mantecare il mascarpone con lo zucchero, unire i tuorli ed amalgamare il tutto, sino ad ottenere una crema liscia e senza grumi. Montare a neve ferma gli albumi. Aggiungere la massa montata, un cucchiaio per volta, al co

L'ultimo MTC... lo famo strano!!!

L'ultimo giorno di gara per l' MTC , in tutti i sensi della parola... perché con oggi si chiude un cerchio, esattamente nel modo in cui è cominciato: con la tortilla di patate. 8 anni fa apriva le danze di questo splendido gioco   Alessandra   mentre la chiusura spetta invece a Mai  del blog "Il colore della curcuma". 72 sfide, 6 libri pubblicati, tanti blog partecipanti almeno 50 o forse anche più, molti vincitori, parecchie lezioni  di cucina imparate, ecc. Ho cominciato a giocare dalla 3 sfida in poi ma purtroppo non le ho seguite tutte, mi spiace finisca tutto qui, mi spiace che la formula cambi ma da gioco istruttivo diventerà una vera  e propria scuola di cucina, in bocca al lupo agli alunni e buon lavoro agli insegnanti. Ricordo come fosse ieri l'imbarazzo quando mi sono proposta di partecipare per la prima volta, non mi sentivo all'altezza; ricordo quando ho detto a mio marito: "Sai adesso comincerò a giocare con l'MTC"