Passa ai contenuti principali

Uh... quant'è vecchia!!!


RISOTTO GAMBERI E CARCIOFI
(dosi valide per 2 persone)
Ingredienti:
140 gr. di riso; 300 gr. di gamberetti; 400 gr. di cuori di carciofo; uno spicchio d'aglio; 250/300 ml. di brodo vegetale; 1/2 bicchiere di vino bianco; una noce di burro; un cucchiaio di cipolla finemente tritata; sale; peperoncino e prezzemolo q.b.
Preparazione:

Preparare il brodo e tenerlo da parte al caldo.
Pulire e lessare i gamberetti per pochi minuti o se sono surgelati come i miei, limitatevi solo a scongelarli.
Far sciogliere il burro in un capace tegame, unite la cipolla e fatela appassire. Aggiungete il riso e fatelo tostare, quando tutti i chicchi saranno diventati translucidi, sfumate con il vino ed unite i cuori di carciofo (i miei surgelati ma scongelati) e lo spicchio d'aglio intero, da togliere a fine cottura. Regolate con sale e peperoncino.
Fate rosolare un po' i carciofi e cominciate ad unire il brodo, un mestolo alla volta, aggiungendone dell'altro non appena il precedente è stato completamente assorbito, mescolando in continuazione.
Poco prima di esaurire tutto il brodo unite i gamberetti e terminate la cottura. Spegnete il fuoco, coprite e non rimestate più per almeno 5 minuti, così vi verrà un risotto perfettamente amalgamato senza aggiunta di grassi extra.
Ve l'avevo detto che sono indietro con la pubblicazione dei miei pastrocchi... anche questo risotto nacque per svuotare il frigo; infatti :-) mi sembra sia trascorso un secolo, forse perché la voglia di vacanze è già di nuovo forte??!!! Beh anche se "datato", spero possa lo stesso piacervi.

Vino consigliato: ALBANA DI ROMAGNA "FATTORIA PARADISO"
Un bianco romagnolo, prodotto solo ed esclusivamente in Romagna. E' stato il primo tra i vini bianchi ad ottenere il riconoscimento DOCG (denominazione d'origine controllata e garantita).
Dal caratteristico colore giallo paglierino brillante, con tenue rifrazioni verdognole. Al palato si presenta secco; asciutto; sapido; con sottofondo amarognolo. Il suo bouquet è delicato ma persistente; dal tipico sentore di salvia; fiori di limone e mandorla.
Ideale con il pesce, specie i crostacei ma non se ne disprezza l'uso anche come aperitivo. Vino che va bevuto giovane o al massimo entro 2 anni dall'imbottigliamento.

Commenti

  1. si si mi piace tanto...che importa la data quel che conta e' il ocntenuto e questo risotto sa di un buonooooooooo bacioni e brava

    RispondiElimina
  2. Abbinamento che adoro ma che non ho mai provato a preparare in casa....segno la ricetta così prima o poi la provo....un bacio

    RispondiElimina
  3. Vecchia o no che importa! Con gamberi e carciofi il risotto è sopraffino. Aspetto con ansia i carciofi freschi e poi..via! Un bacione

    RispondiElimina
  4. Che importa la data, importa che il piatto sia buono :-)))
    E questo altro che buono, e' irresistibile!

    RispondiElimina
  5. Risotto vecchio dà buon...appetito!
    Ti giuro che, se anche tu lo avessi fatto un secolo fà,lo avrei apprezzato(e tanto!!) lo stesso !!
    Un abbinamento veramente goloso.
    Un bacione !!

    RispondiElimina
  6. Mamma mia....pensavo ti riferissi a me!!!
    In Liguria abbiamo un carciofo straordinario, quello di Perinaldo, senza spine, senza barba, tondeggiante e delicatissimo, penso sarebbe perfetto in un abbinamento così soft!

    un bacione, Fabiana

    RispondiElimina
  7. Vecchia o non vecchia è una squisita ricetta !! ^__^
    Un risottino terra-mare, sicuramente da provare.
    Un abbraccione, ciao !!

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono molto i risotti in genere, questo poi è molto particolare e sicuramente sarà gustosissimo. Alla prima occasione
    lo provo.
    Un bacione affettuoso, Carmela.

    RispondiElimina
  9. Per essere una ricetta "vecchia" è
    maledettamente invitante !!!
    Cento di questi vecchiumi !!! ^__^
    Bye bye !!!
    P.s. Ti ho inviato la mia foto per
    il tuo gioco, spero che stavolta sia arrivata.

    RispondiElimina
  10. Bello questo risotto !! Di sicuro lo copierò, con gamberi e carciofi
    mi giunge nuovo ma sembra molto
    stuzzicante.
    Un bacio da STELLAMAR

    RispondiElimina
  11. @Grazie Rossella, allora la datazione la ignoriamo?! :-) Baci

    @Ok Stefy, grazie bacini

    @Ma quando arrivano i carciofi freschi in che stagione siamo Fede?? :-)))Baci

    @Che carina, grazie Stefania :-) Baci

    @Ehehhe.. grazie mille Melania, baci

    @Fabiana non mi permetterei mai ahahah. Grazie mille baci

    @Grazie anche a te Marta :-) Baci

    @Benissimo Carmela :-) Baciotti

    @Cin cin allora Luca ;-) Foto ok, grazieee Byee

    @Come ha detto il pulcino sù, con gli ingredienti freschi è tutta un'altra cosa Stella ma grazie anche a te. Baci

    RispondiElimina
  12. E' stupendo questo risotto altro che vecchia ricetta!! Ho comprato anch'io i gamberetti oggi, sarà perché il bel tempo se n'è andato anche da noi? Bacione

    RispondiElimina
  13. non mi piacciono i carciofi ma questo risottino mi ispira molto e lo assaggerei volentieri. bacio

    RispondiElimina
  14. @Grazie Ornella.. li hai comprati forse perché ti piacciono? :-) Bacioni e 'notte.

    @Oh Julia, mi lusinghi.. non ti piacciono i carciofi ma trovi comunque invitante il risotto: Grazie! Bacioni, notte notte

    RispondiElimina
  15. Un bell'abbinamento per un risotto
    molto invitante, da scopiazzare !!
    Baci !!

    RispondiElimina
  16. Sfiziosissima questa ricetta !!
    Mi piacciono sia i carciofi che i
    gamberetti ma non avevo mai pensato
    di abbinarli, di sicuro ci provo !!
    Un bacione !

    RispondiElimina
  17. Che piacevole abbinamento, avevo
    assaggiato gamberetti e zucchine
    ma questo risotto terra-mare è
    veramente stuzzicante. Brava !!!
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  18. Mafalda, Veronica, Valeria grazie mille ragazze, son contenta che vi piaccia. Bacioni e buon fine settimana.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Monsieur le savarin... ehm no, ò babà!!!

BABA' AL RHUM (dosi valide per 12 stampini 6x6 cm) Ingredienti: 300 gr di farina Manitoba; 3 uova grandi; 100 gr di burro; 100 gr di latte; 25 gr di zucchero semolato ; 10 gr di lievito di birra; 1/2 cucchiaino di sale; burro q.b. Bagna: 400 gr di zucchero semolato; la buccia di 2 arance; la buccia di 2 limoni; 3 dl di rhum; 1 lt d'acqua; un baccello di vaniglia; 4 chiodi di garofano. Glassatura: Un cucchiaio di rhum; 3 cucchiaini di gelatina d'albicocche; 3 cucchiai d'acqua. Preparazione: * Lievitino Sciogliere il lievito di birra con 50 gr di latte tiepido ed un cucchiaino di zucchero, farlo riposare una decina di minuti e poi impastarlo con 70 gr di farina (tutto da decurtare dal totale generale). Lasciar lievitare sino al raddoppio, coprendo la ciotola con un telo inumidito e ben strizzato. * Primo impasto Versare in una ciotola la restante farina, fare la fontana. Unire il lievitino e le 3 uova. Impastare schiacciando ripetutamente nella mano l&#

Il Ghostmisù

Link:  https://www.mtchallenge.it/2016/11/19/ghostmisu/ Ghostmisù (dosi generali valide per 4/6 persone) Bagna – Ingredienti: 200 ml d’acqua 100 gr di zucchero semolato 80 ml di Tequila Preparazione: Su fuoco dolce mettere a scaldare l’acqua e lo zucchero sino al completo scioglimento dello stesso. Appena raggiunto un leggero bollore, unire la Tequila e mescolare. Far evaporare leggermente l’alcool, spegnere il fuoco. Travasare in una capace ciotola e tenere da parte. *Usare preferibilmente tiepida o il grado d’assorbimento dei biscotti, cambia. Crema di mascarpone – Ingredienti: 400 gr di mascarpone 2 cucchiai *da minestra di zucchero semolato 2 uova di medie dimensioni a temperatura ambiente Preparazione: Separare i tuorli dagli albumi. Mantecare il mascarpone con lo zucchero, unire i tuorli ed amalgamare il tutto, sino ad ottenere una crema liscia e senza grumi. Montare a neve ferma gli albumi. Aggiungere la massa montata, un cucchiaio per volta, al co

L'ultimo MTC... lo famo strano!!!

L'ultimo giorno di gara per l' MTC , in tutti i sensi della parola... perché con oggi si chiude un cerchio, esattamente nel modo in cui è cominciato: con la tortilla di patate. 8 anni fa apriva le danze di questo splendido gioco   Alessandra   mentre la chiusura spetta invece a Mai  del blog "Il colore della curcuma". 72 sfide, 6 libri pubblicati, tanti blog partecipanti almeno 50 o forse anche più, molti vincitori, parecchie lezioni  di cucina imparate, ecc. Ho cominciato a giocare dalla 3 sfida in poi ma purtroppo non le ho seguite tutte, mi spiace finisca tutto qui, mi spiace che la formula cambi ma da gioco istruttivo diventerà una vera  e propria scuola di cucina, in bocca al lupo agli alunni e buon lavoro agli insegnanti. Ricordo come fosse ieri l'imbarazzo quando mi sono proposta di partecipare per la prima volta, non mi sentivo all'altezza; ricordo quando ho detto a mio marito: "Sai adesso comincerò a giocare con l'MTC"