mercoledì 23 novembre 2011

Livorno chiama... Palermo risponde!!!


BACCALA' A SFINCIONE
(dosi valide per 2/4 persone)
Ingredienti:
Un filetto di baccalà sotto sale da 500 gr. circa; 500 ml. di passata di pomodoro; un filetto d'acciuga sotto sale; una cipolla media; un cucchiaio d'uvetta; un cucchiaio di pinoli; 1/2 bicchiere d'acqua; olio extra vergine d'oliva; pepe nero macinato al momento e pangrattato q.b.
Preparazione:
Mettere in ammollo per 2 gg. il baccalà, facendo continui ricambi d'acqua affinché perda la sua salinità il più possibile.
Trascorso il tempo necessario spellarlo; togliere le lische e tagliarlo a cubotti di media grandezza.
Disporre la dadolata ottenuta in una teglia spolverata con del pangrattato, non molto grande, sovrapponendola un po' su se stessa e condire con del pepe nero macinato al momento.
Nel frattempo preparare la salsa.
Affettare molto sottilmente la cipolla e farla sbollentare con un po' d'acqua per un paio di minuti. Cambiare l'acqua e ripetere l'operazione; al termine del 2° giro scolarla per bene e strizzarla.
In un tegame mettete un bel fondo d'olio, unite la cipolla e fate leggermente sfrigolare; aggiungete il filetto d'acciuga spezzettato anch'esso passato sotto l'acqua dolce per togliere il sale e girando spesso fatelo sciogliere.
Unite i pinoli e l'uvetta, fate saltare qualche minuto ed aggiungete la salsa che deve essere già abbastanza densa di suo ed un mezzo bicchiere d'acqua.
Fate cuocere a fuoco dolce, mescolando spesso sino a che il tutto non si è amalgamato bene ma senza esagerare, perché la salsa deve mantenere parte della sua fluidità.
*Come mia pessima abitudine non ho controllato i tempi, sorry quindi diciamo che 15/20 minuti di cottura dovrebbero essere sufficienti; ricordate solo che la salsa deve coprire il baccalà e permettere a questo di cuocere, ecco perché non deve addensarsi troppo.
Con un cucchiaio distribuite la salsa sulla dadolata di pesce, coprendo tutti gli spazi e facendo in modo che la salsa penetri anche in profondità, più e più volte sino ad esaurimento degli ingredienti.
Cospargete con abbondante pangrattato ed in forno già caldo a 190° per circa 40 minuti... *Stesso errore di prima quindi per regolarvi: il pesce deve essere cotto ed il sugo si deve essere assorbito completamente, non devono esserci liquidi ma, tutto deve essere compatto.
Scegliere se servirlo caldo o tiepido, oppure meglio ancora il giorno seguente, dopo averlo leggermente scaldato; perché più riposa e più i sapori si combinano alla perfezione tra loro.
Proposta del mese di Insalata mista per la sfida dell'MTC il baccalà alla livornese; la mia: una versione siciliana.
Premesso mai cucinato e mai mangiato prima d'ora il baccalà, perché quello che non piaceva a mia mamma non entrava nemmeno in casa e dire invece che mio padre, lo mangiava volentieri a casa di parenti ed amici però.
Non avendolo mai fatto appunto, ho pensato d'unire un condimento della mamma, con uno dei prodotti che non dispiacevano al mio papà... ecco come è nato il baccalà a sfincione.
Lo sfincione è una sorta di pizza rustica tipicamente siciliana che si condisce con cipolla affettata (da far sempre sbollentare più e più volte in acqua per togliere tutta l'acidità e renderla il più digeribile possibile; altrimenti si mangerebbe oggi e si smaltirebbe a Natale); acciughe; salsa di pomodoro; pangrattato e tocchetti di formaggio ma è anche un modo di dire per tutto ciò che si fa gratinare in forno con del pangrattato.
Per la cronaca l'ho assaggiato; non dico che lo tornerò a fare di nuovo domani ma non mi è dispiaciuto e cucinandolo in questo modo, ho evitato anche che gli odori, restassero in casa per un po' :-))
Bye bye

33 commenti:

  1. tu sei un genio. E questa te la copio- mentre continuo a chiedermo dove vi vengano, certe idee...che sia l'aria che respirate, in quell'isola meravigliosa? Grazie e mille complimenti
    ale

    RispondiElimina
  2. un'altra genialata sicula, dopo la baccalata di Stefania Cardamomo&C, ci voleva lo sfincione!!
    brava
    grazie
    cristina

    RispondiElimina
  3. Davvero una ricetta interessante, una
    trasposizione del baccalà in versione
    palermitana... tutta da gustare !!!
    Brava Debora !!! *__*
    Bacioni da STELLAMAR

    RispondiElimina
  4. Certamente non è il solito(e triste)
    merluzzetto insipido e bollito...
    questo è un signor baccalà, bello invitante e saporito !!! *__*
    Da assaporare quanto prima...
    bacioni !!!
    Carmela.

    RispondiElimina
  5. poveri papà (e mariti!)...è vero che se qualcosa non piace alla cuoca di casa, raramente varca la soglia, anche se ai commensali farebbe gola! Lo stesso succede a casa mia, e infatti il marito stavolta ha goduto di un bel pesce (che altrimenti io manco guardo da lontano!!)ahahah. Bello il baccalà sfincionato!!! Idea geniale, as usual! :)

    RispondiElimina
  6. Un bel viaggio in traghetto e... la prelibatezza è pronta in tavola !!!
    Una sfiziosa reinterpretazione del classico baccalà alla livornese, un pò di calore siciliano ed il gioco è fatto *__* !!
    Un bacione !!

    RispondiElimina
  7. E una palermitana DOC approva!!!Da ciò che si vede sei stata all'altezza della ricetta.Bravissima,Roby

    RispondiElimina
  8. Idea cioppo cioppo gustosa!!!! Ho perso anche questo mese, me lo sento :D , buona giornata, baci, Flavia

    RispondiElimina
  9. Trovo che non sia facile rielaborare una ricetta come quella del baccalà alla livornese, che è già completa di suo, per renderla originale... direi che tu ci sei riuscita.Complimenti!!!

    RispondiElimina
  10. @Mah chi lo sa Ale?!! :-)) grazie mille, abbracci

    @Gentile, grazie Cristina :-)

    @Grazie Stella :-))) baci

    @Carmela cara, se fai un salto nella pagina di MTC altro che presentazioni tristi.. un trionfo di colori ed inventiva.
    Grazie :-) baciotti

    @Al contrario Silvia io non ho problemi a cucinare qualcosa che a me non piace (vedi coniglio sempre per MTC) purchè ci sia qualcuno che la mangi.. e mio marito per fortuna mangia "quasi" tutto; però capisco anche il tuo di marito.. perché se dovesse cucinare mio marito per me gli darei non uno ma mille grattacapi :-)

    @Agata un viaggio molto economico e speedy tra l'altro, che non guasta :-)) baci

    @Ed io gongolo Roby posso?! :-))) grazie mille abbracci

    @Ahhaha... Flavia mi spiace che tu ti senta di non vincere anche questo mese, ma non certo per "colpa" mia :-)))) anzi se ti consola, sono con te a proposito del non sentire odor di vittoria. Baci

    RispondiElimina
  11. @Grazie Framm ma ad onor del vero non ho cambiato ed i cambiamenti essendo soggettivi rendono tutto più semplice :-) Ciao

    RispondiElimina
  12. certo che sei geniale!!!!!!!!!!!!!!! io per questo mese salto, baci.

    RispondiElimina
  13. Di solito il baccalà non mi attira
    molto ma la tua interpretazione si presenta gustosa ed invitante, bella ricetta !!! *__*
    Un bacione !!!

    RispondiElimina
  14. Una ricetta tutta da gustare !!!
    Non era facile personalizzare il baccalà alla livornese ma tu ci sei riuscita benissimo... sfincionandolo !! ^__^
    Un abbraccio !!!

    RispondiElimina
  15. Bellissimo lo sfincione di baccalà! Sei troppo un genio!!!

    RispondiElimina
  16. Nooo, non ci posso credere, lo sfincione con il baccalà !!! Ma come ti vengo queste idee sfiziosissime !!
    *__* Lo voglio assolutamente provare.
    Bacioni !!!

    RispondiElimina
  17. Non conosco lo sfincione ma questa ricetta sembra molto invitante e saporita, bella interpretazione !!!
    Bye bye *__* !!!

    RispondiElimina
  18. Hai saputo rendere ancor più gustoso un piatto che lo è già di suo, dando
    un tocco particolare e "siculo", brava !!!! *__*
    Abbraccioni !!!

    RispondiElimina
  19. una ricetta che trabocca di sapienti sapori... una sfida risolta alla grande ;-)

    Buona serata

    RispondiElimina
  20. Che idea gustosa! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  21. Gustosa proposta, non amo molto il baccalà ma per questa tua ricetta farei un'eccezione... da provare !!!
    Baci, buona giornata !!

    RispondiElimina
  22. Tutto sembra tranne che baccalà... e questa è la sua forza !!! *__* Una sfiziosa ricetta tutta da provare !!
    Un abbraccio !!

    RispondiElimina
  23. Carino il post che ci fa scoprire un cibo di strada palermitano, la "contaminazione" con il baccalà crea
    una ricetta molto invitante, da provare !!!
    Buona giornata !!!

    RispondiElimina
  24. Un ottima ricetta che reinventa un piatto classico e già gustoso normalmente, dandogli un tocco in più, brava !!!
    Ciao !!! ^__*

    RispondiElimina
  25. Con questa ricetta accontenti me e mio marito, io amo il pesce, lui i manicaretti gustosi e ... corposi !!
    Un bel piatto ricco !!! *__*
    Baci !!!

    RispondiElimina
  26. @Addirittura Fabiola.. grazie e mi spiace per il tuo salto :-)

    @Sei gentile Marta grazie :-)

    @Ho il sangue siculo Melania :-) grazie

    @Ma non che non lo sono Mapi, grazie però

    @Di necessità virtù Michela ed il DNA ha preso il sopravvento :-))

    @Grazie mille Luca :-)

    @Mercì Veronica :-))

    @Il bello del gioco Letizia grazie :-)

    @Grazie Silvia :-)

    @E siamo in due Erica :-) grazie

    @:-) già Fiorella grazie

    @Conosci lo street food siciliano Giulia?! Non l'avevo detto, ottimo fiuto brava, grazie :-)

    @*-* grazie Sergio

    @Bene Valentina, due piccioni con una fava allora :-) grazie

    Buon proseguimento di giornata, abbracci

    RispondiElimina
  27. Molto appetitosa questa ricetta, un
    piatto ricco di sapore e veramente
    sfizioso !!! ^__^
    Baci !!!

    RispondiElimina
  28. Trovare un modo per reinventare un classico, come il baccalà alla livornese, non è da tutti ma tu ci sei riuscita con molto gusto !!! ^__*
    Un abbraccio !!

    RispondiElimina
  29. Una bella ricetta toscana con molte influenze siciliane, il risultato deve essere molto gustoso, certamente da provare !!! ^__*
    Bacioni !!!

    RispondiElimina
  30. Spieghi molto bene cos'è lo sfincione e cosa intendete per sfincionato...
    mi stimola moltissimo la voglia di provarlo questo baccalà !!! ^__^
    Un abbraccio !!!

    RispondiElimina
  31. @:-) Grazie Caterina abbracci

    @*-* gentile Valeria, grazie baciotti

    @Mercì Mafalda :-) baci

    @Son contenta Martina d'averlo spiegato bene, grazie baci

    RispondiElimina
  32. bravissima non potevi smentire l'arte culinaria che noi siciliani abbiamo nel sangue ^_-

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...