domenica 25 gennaio 2015

Potrebbe essere... un esempio!!!


LIQUORE ALLA LIQUIRIZIA
(dosi valide per 2,5 lt)
Ingredienti:
200 gr di polvere di liquirizia; 1,5 lt d'acqua; 1/2 kg di zucchero semolato; un lt d'alcool a 95°.
Preparazione:
Scaldare l'acqua portandola quasi all'ebollizione.
Unire prima lo zucchero e mescolare sino a quando non si scioglie completamente.
Aggiungere la polvere di liquirizia, facendola cadere a pioggia poco per volta e sempre mescolando, fate sciogliere anche questa.
Spegnere il fuoco e fare freddare  a temperatura ambiente, mescolando ogni tanto.
Completare con l'alcool e travasare nelle bottiglie.
Da bere freddo ma dato che può essere un ottima idea regalo, in attesa di regalarlo avvolgete la bottiglia in carta d'alluminio e conservatelo in un luogo fresco ed asciutto.
Come tutti i liquori casalinghi che non contengono quindi additivi chimici e conservanti vari, agitare sempre bene prima dell'uso... questo alla liquirizia in particolare per evitare che lo zucchero cristallizzi o che la polvere si disperda sul fondo della bottiglia.
La liquirizia è un prodotto tipico calabrese, quindi questo potrebbe essere il perfetto esempio per spiegare la mia idea sullo swap del prossimo anno... un ingrediente da usare a proprio piacimento, rappresentativo della regione interessata, per creare ricette nuove e fare esperimenti vari.
La stessa l'ho presa qui.
Ha un sapore molto particolare ed è uno dei migliori digestivi che io abbia mai assaggiato, ovviamente deve piacere la liquirizia ma anche per i detrattori della materia prima, dategliela una chance, magari ne resterete piacevolmente sorpresi :-)
"IO, IO "
Non sono sparita ma, credo che ormai sia facile capire come funzione la mia testa... se questa è altrove o se il tempo è poco, il primo a farne le spese è il blog.... Mi spiace, però devo seguire le mie priorità.
Sperando che mi perdoniate, un abbraccio ed alla prossima che vi prometto sarà più immediata, almeno per questa volta :-)
Non mi va di fare promesse che poi non potrei mantenere.
Debora
P.S. A proposito di swap.. so che è presto ma per i ragazzi che ancora non partecipano, se volete informazioni sul come funziona il tutto che non sono affatto impegnative, sono sempre disponibile a darvele quando volete... così magari avete anche il tempo di pensarci e decidere se esserci o meno il prossimo Natale :-)

martedì 13 gennaio 2015

Un sentito... grazie a!!!


TAGLIATELLE AI CARCIOFI IN SUGO DI PESCE
(dosi valide per 4 persone)
Ingredienti:
250 gr di tagliatelle *(di farro) secche; 4 carciofi; 3 spicchi d'aglio interi; 10/12 pomodorini ciliegia; 300 gr di gamberi o mazzancolle; 300 gr di seppioline; un dl di vino bianco secco; 2/3 peperoncini piccoli secchi; olio extra vergine d'oliva; succo di limone; burro e sale q.b.
Preparazione:
Mondare i carciofi e tagliarli a listarelle, metterli in una ciotola con acqua fredda acidulata con succo di limone.
Pulire i gamberi e le seppioline; sciacquarli per bene sotto un getto d'acqua corrente fredda.
Preparare i pomodorini, tagliandoli a spicchietti e tenere da parte.
In una capace padella far scaldare l'olio ed il burro, aggiungere i peperoncini e l'aglio intero, in modo da poterlo togliere a fine cottura.
Unire i carciofi ed i frutti di mare, far rosolare a fuoco vivace, sfumare con il vino; abbassare la fiamma.
Incorporare i pomodorini, aggiungere circa un bicchiere d'acqua calda e regolare la sapidità.
Far cuocere a calore moderato per circa 25/30 minuti, sino a quando il sughetto non si è ben ristretto e tutti gli ingredienti non abbiano raggiunto il giusto grado di cottura.
Spegnere la fiamma e tenere da parte.
Portare a bollore abbondante acqua salata e far lessare le tagliatelle.
Scolarle al dente e versarle nel sugo; far saltare per qualche minuto e servire.
Facoltativo spolverarle con del peperoncino in polvere ma se i peperoncini usati sono quelli giusti, non sarà necessario o occorrerà chiamare i vigili del fuoco.
Un sentito grazie a Veronica, tra le tante cose buone che mi ha regalato c'era anche un'ottima bottiglia di Cirò bianco che ha trovato il suo degno uso accompagnando questo primo piatto terra - mare.
Mercì tesorina  e così ho finito quasi tutto, tranne quello che non era commestibile ma ovviamente tanto gradito e, qualcos'altro che magari vedrete prossimamente :-)
Un abbraccio alla prossima, Debora.

lunedì 5 gennaio 2015

Aspettando... l'Epifania!!!


CIOCCOLATINI ALLO ZENZERO CANDITO
(dosi valide per circa 30 pz.)
Ingredienti:
100 gr di cioccolato fondente; 100 gr di cioccolato al latte; un dl di panna fresca; 30 gr di burro; un cucchiaio e 1/2 di zenzero candito tagliato a pezzetti piccolissimi; cioccolato bianco da copertura e zenzero candito q.b.
Preparazione:
Grattugiare finemente i due tipi di cioccolato e metterli in una ciotola, mescolandoli bene insieme.
Far sciogliere il burro con la panna e lo zenzero candito su fuoco basso senza portare a bollore.
Versare il composto caldo sul cioccolato e mescolare sino a quando non si ottiene un composto liscio e ben amalgamato.
Far freddare a temperatura ambiente per almeno 4 ore.
Ricavare delle palline, coprire con pellicola trasparente e far raffreddare in frigorifero per un giorno o in freezer per accelerare i tempi per il tempo necessario affinché una volta immerse nel cioccolato di copertura non si sciolgano.
Sciogliere  a bagnomaria il cioccolato bianco e lasciarlo leggermente intiepidire.
Ricoprire i bon bon aiutandosi con due forchette e completare con striscioline di zenzero candito.
Far rassodare la cioccolata di copertura e servire.
Aspettando l'Epifania che tutte le feste porta via... ricordiamoci di coprirci bene onde evitare che gli spifferi ci facciano male e revisionare le scope, prima d'affrontare l'ultima lunga notte dell'anno, nel frattempo pensiamo a cosa possiamo mettere nelle calze.... e poi tutti al lavoro, sigh... tanto alle vacanze estive non manca molto, vero?!
Auguri ancora di buon anno e buona Befana a tutte le donne *-*
Debora
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...