lunedì 23 marzo 2015

Lui... il Re indiscusso!!!


CANNOLO 
(dosi valide per circa 30 cialde)
Ingredienti:
250 gr di farina "00"; 25 gr di strutto; 25 gr di zucchero; un gr di sale; 5 gr di cacao amaro; 75 gr di Marsala; un uovo; un cucchiaio di strutto; scorza d'arancia candita; olio di semi d'arachidi e zucchero al velo q.b.
Ingredienti crema di ricotta:
(dosi valide per circa 10/12 cannoli)
500 gr di ricotta di pecora; 250 gr di zucchero semolato; 40 gr di gocce di cioccolato.
Preparazione:
Far sgocciolare la ricotta del suo siero.
Lavorare a crema con lo zucchero, sino ad ottenere un composto liscio e senza grumi, incorporare le gocce di cioccolato.
Coprire con pellicola e mettere a riposare in frigorifero da qualche ora ad un massimo di 24h.

Setacciare la farina con lo zucchero, il cacao ed il sale.
Fare la fontana, disporre al centro lo strutto ammorbidito ed il Marsala.
Cominciare ad impastare, aggiungere l'uovo e lavorare per circa 10 minuti, affinché si ottenga un composto il più possibile morbido ed elastico nello stesso tempo.
*(Consistenza simile al pongo).
Avvolgere in un canovaccio o pellicola alimentare e far riposare in frigorifero per un minimo di 2h.
Stendere la pasta con il matterello piuttosto sottilmente e con un coppa pasta di 10 cm fare tanti cerchi, quanti ve ne vengono.
Continuare a spianare questi cerchi dandogli una forma ovale ed avvolgerli sulla canna apposita, senza stringere troppo o toglierla poi sarà difficoltoso con il rischio di frantumare la cialda.
Per sigillare i lembi di congiunzione usare dell'acqua tiepida o dell'albume leggermente sbattuto, altrimenti i cannoli rischiano d'aprirsi in cottura.
*(Operazione che non è stata necessaria).
Scaldare l'olio con il cucchiaio di strutto ad una temperatura di circa 160/170° ed immergere un paio di cannoli alla volta, con la parte sigillata verso il basso.
Girare a metà cottura e far cuocere in tutto per circa 4 minuti.
Mettere a sgocciolare su carta assorbente ed appena sono freddi estrarre la canna.
Le scorze non utilizzate possono essere conservate in una scatola di latta per una settimana.
Farcire le cialde con la crema di ricotta aiutandosi con una sac à poche, poco prima di servirlo, altrimenti la scorcia *(scuoccia in dialetto) rischia d'ammorbidirsi, spolverare con zucchero al velo e decorare con pezzetti d'arancia o con ciliegie candite.... nella Sicilia orientale si usa decorarle con pistacchi tritati in sostituzione dei canditi.
Se la cassata è la regina della pasticceria siciliana, il cannolo è sicuramente il re... dolci tipici che sono conosciuti in tutto il mondo.
"Tubus farinarus dulcissimo, edulio ex lacte factus" ovvero "Cannolo farinaceo fatto di latte per un dolcissimo cibo"... questo diceva Marco Tullio Cicerone per definire uno dei simboli isolani per eccellenza il cannolo, la cui origine però è alquanto incerta.
La storia del cannolo è stata descritta dal duca Alberto Denti di Prajno nel suo libro "Siciliani a tavola" il quale sostiene che il dolce sia stato inventato da delle suore di clausura di un convento in provincia di Caltanissetta.
Sempre lo stesso Duca sostiene altresì che il cannolo non sia cristiano ma di origini musulmane, per la ricchezza del sapore e la complessità della composizione; infatti è vero che Caltanissetta in arabo "Kalt El nissa" ovvero "Castello delle donne", era il luogo dove gli emiri saraceni tenevano i propri harem e che le concubine, durante le lunghe assenze dei propri consorti, per ingannare l'attesa, si dedicavano alla preparazione di cibi succulenti e dolci elaborati.
Quando i Normanni liberano la Sicilia dai Saraceni, gli harem si svuotarono e molte delle donne che li abitavano si convertirono al Cristianesimo, ritirandosi nei conventi, portando con sé alcune antiche e prelibate ricette.
In Sicilia il termine cannolo indica in realtà la cannula del rubinetto dove scorre l'acqua ed è proprio una canna che viene usata per confezionare l'involucro che poi conterrà la golosissima crema.
Il nome deriva da uno scherzo carnevalesco, tant'è che prima era infatti un dolce tipico del Carnevale ma oggi ovviamente si trova in tutti i periodi dell'anno, che consisteva nel far fuoriuscire dal rubinetto di un abbeveratoio, crema di ricotta anziché acqua.
Sebbene sia nato a Caltanissetta, il cannolo deve gran parte della sua fama ai pasticcieri palermitani che ne hanno personalizzato la ricetta ed hanno dedicato a questo dolce straordinario più di una sagra che si svolgono nella splendida cornice di Piana degli Albanesi in gennaio e maggio.
Ed ora basta parlare.... gustatevelo :-)
Un abbraccio e buona settimana.
Debora
P.S. Per me è il CANNOLO... non ho bisogno di specificare cannolo siciliano... perché di RE ce n'è uno, tutti gli altri son nessuno; ovvero mi sembra superfluo sottolineare qualcosa che è scontato come quando si parla ad esempio di Babà... mica si usa dire Babà campano o no?! :-))
La ricetta della cialda l'ho presa qui.

39 commenti:

  1. Ma brava! Con tutte le bolle sulla scuoccia :))))
    Felice ti siano venuti come si deve! :))))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie zio, ed io ancora più felice :-)

      Elimina
  2. Sicuramente il cannolo, con la cassata, il baba' e la sfogliatella, è uno dei simboli dolciari
    della nostra cucina, la bontà non si discute !!! ^__*
    Il tuo è una goduria solo a vederlo... ho sbavato sulla tastiera !!! :-P
    Bacioni e buon lunedì !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yess... :-) mi mancava sentirti dire che sbavavi sulla tastiera per qualcosa che ho pubblicato io
      Grazie mille un baciotto

      Elimina
  3. Ma ti sono venuti benissimo!!!!!!!!!!!!! Posso passare ad assaggiarne uno?????

    RispondiElimina
  4. Certamente non passano inosservati... gnam gnam !!! ^__^
    Ho assaggiato quelli da pasticceria nella mia zona e sono buoni, immagino gli originali
    siciliani, come anche i tuoi, che bontà devono essere. ;-P
    Buona settimana, bacioni !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di buoni in giro ce ne sono ovviamente, ma farseli da sé.... Uaooo :-)
      Un abbraccio, grazie

      Elimina
  5. Questi schermi ad alta definizione giocano brutti scherzi, sembra quasi di poter rubare
    con un dito un pò di ripieno ma, ahimè, non è così...
    Devono essere deliziosi ;-P !!!
    Un bacione !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volere è potere... tu chiudi gli occhi quando fai la prova d'assaggio virtuale... l'immaginazione non ha limiti o confini :-)
      Un baciotto, grazie

      Elimina
  6. Non ci sono dubbi... è proprio il RE !!! *__*
    Solo chi non li ha mai assaggiati ne può dubitare, ma chi li conosce...
    I tuoi, dalle foto sono una goduria, bella anche la storia.
    Un abbraccio caloroso dalla Trinacria !!! ^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accetto l'abbraccio siculo e lo ricambio dall'Emilia :-)
      Eh già... grazie

      Elimina
  7. Non sapevo quanta storia ci fosse dietro ai cannoli, pensare che io li mangiavo solo
    perché sono buonissimi... ^__* !!!
    Li ho provati in vacanza in Sicilia e appena li trovo, fatti bene, li prendo sempre...
    te ne è avanzato qualcuno ?!?!
    Un bacione !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoti da riempire, quindi perfetti visto che non vanno mai farciti anzitempo... ti aspetto :-)))
      Un abbraccio, grazie

      Elimina
  8. Vedo che questa è la Settimana della Tentazione... come si può resistere ad una
    simile bontà ?? Le foto parlano da sole... slurp !!! ^__^
    Bacioni !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché ti ho tentata????!!!!
      :-)))))) Un abbraccione, grazie mille

      Elimina
  9. Quanta ricchezza, anche culinaria, hanno lasciato nei secoli i popoli arabi che hanno
    vissuto in Sicilia, ora non è più così...
    Vabbè, addolciamoci la bocca con questa delizia del passato (ma anche del presente
    e del futuro !!) !!! ^__^
    Buona settimana !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come darti torto, prima gli scambi tra popoli arricchivano entrambi.... il conquistato ed il conquistatore.... ma oggi....... stendiamo un velo pietoso purtroppo...
      Un abbraccio, grazie :-)

      Elimina
  10. Ingrandire la foto principale è... da acquolina in bocca !!! :-P
    Si vede tutta la morbidezza della crema di ricotta e la croccantezza
    del cannolo.... mmmmhhh !!!
    Un goloso inizio settimana, ciao !! *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lieta che la foto renda giustizia alla loro bontà :-)
      Un baciotto, grazie

      Elimina
  11. Si, si, si, il Re è lui !!! ^__*
    Con la sua bontà, non credo che abdicherà mai !!!
    Sono invitantissimi i tuoi e le "bollicine" sono perfette, brava.
    Un goloso ciao !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In ritardo cronico ma il grazie è sempre tanto sentito :-)
      Un abbraccione

      Elimina
  12. Quando si assaggia non si dimentica più, una delizia !!! *__*
    E come dici, giustamente, rappresenta in pieno una territorialità ben definita,
    la Sicilia, non si scappa. E' una rappresentazione, culinaria, della millenaria
    storia della tua terra. ^__*
    Un abbraccione da Carmela.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non si scappa.... siculo iè!!!
      :-))) un abbraccio, grazie mille

      Elimina
  13. Di sicuro è un classico, riconoscibile ed apprezzato da tutti, sulle origini non si scappa
    come per il babà. Ecco, uno da assaporare adesso, rallegrerebbe questa giornata un pò
    grigia... ce ne è uno per me ?!?! :-P
    Un abbraccio !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorry tesorina ma sono finiti... prossima volta :-)
      Baciotti, grazie

      Elimina
  14. Mamma mia quanta storia ha il cannolo siciliano, pensare che io lo mangio
    solo perchè mi piace... ^__* !!!
    Non ho mai fatto caso alle bolle come nei tuoi, da adesso in poi starò più attenta quando
    li compro.
    Un bacione da STELLAMAR.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le bolle mi hanno fatto ammattire, il mio primo tentativo fatto con una ricetta diversa che non ho ovviamente pubblicato è stato disastroso :-)
      Grazie, baciotti

      Elimina
  15. Mmmmhhh, quanto mi piacciono, sono deliziosi ed i tuoi sono una vera
    tentazione per il palato !!! :-P
    Bacioni *__* !!!

    RispondiElimina
  16. Non ha bisogno di presentazioni, ingrandendo la foto principale sembra
    quasi che si possa rubare, con un dito, un pò di crema di ricotta.... mi è
    venuto un languore !!! Gnam gnam !!! ^__*
    Buona giornata, ciao !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona giornata anche a te e grazie...
      attenzione alla capocciate sullo schermo quando ingrandite la foto principale :-)

      Elimina
  17. Non puoi postare una simile bontà, la settimana che ho iniziato la dieta...
    ma ora che ci penso, tra una settimana è Pasqua !!!
    Vabbè, ho sbagliato il periodo... gnam gnam !!! ^__*
    Un abbraccio !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua dieta è salva a meno che tu non sia messa all'opera, considerato che è virtuale :-)
      Io devo stare attenta alla mia linea (curva) ahahah
      baciotti, grazie

      Elimina
  18. E' talmente invitante e buono, che sembra saltare fuori dalle foto !!! ^__*
    Prontissima ad afferrarlo al volo, gnam gnam !!! :-P
    Bacin !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-)))) l'hai poi preso al volo?
      Un baciotto, grazie

      Elimina
  19. Con questi cannoli sfondi una porta aperta... uno dei motivi che mi portano in vacanza in Sicilia è la cucina, dolci in particolare quindi... a meeeee :-p !!!
    Buona giornata !!!

    RispondiElimina
  20. Non sembra buono, no, ma molto di più !!!! :-p
    Deve essere una goduria...
    Bye bye !!!

    RispondiElimina
  21. Walter@
    Luca@
    grazie mille e scusatemi per il ritardo :-)
    Eh sì era buono infatti

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...