mercoledì 27 novembre 2013

Profumo di casa... di mamma!!!


ATTUPATEDDI CHI FASOLA E I CRUZZITEDDI
(dosi valide per 2 persone)
Ingredienti:
150 gr di castagne secche; 150 gr di ditalini lisci; 200 gr di fagioli borlotti secchi; un dado o 250 ml circa di brodo di carne; una piccola cipolla bianca; 1/2 cucchiaino di bicarbonato; acqua; sale; pepe nero macinato al momento; concentrato di salsa ed olio extra vergine d'oliva q.b.
Preparazione:
Mettere in ammollo le castagne secche in acqua fredda per 24h al fine di farle rinvenire e rendere più facile l'operazione di pulizia da eventuali impurità e pellicine.
Sciacquare e nettare i fagioli; metterli in un capace tegame.
Unire le castagne secche; la cipolla tagliata sottilmente; il dado o il brodo di carne; il bicarbonato; il concentrato di salsa (circa un cucchiaio); sale; pepe e tanta acqua quanto serve per cuocere il tutto.
Lasciare in ammollo per altre 24h.
Cuocere per circa 40 minuti a fiamma medio bassa, mescolando spesso.
Non appena le castagne ed i fagioli sono quasi cotti unire la pasta e completare la cottura.
Servire subito con un filo d'olio extra vergine a crudo se piace.
Ultimo appuntamento dell'anno con l'MTC del mese su proposta di Serena .
Ci sono ancora un paio di cosette a cui avevo pensato ma non faccio più in tempo, sorry.
Profumo di casa... perché questo è un piatto tipico della mia Sicilia che mamma preparava spesso.
E' stata la prima cosa che ho pensato di fare quando ho visto il tema proposto per la gara di questo mese ma, ho dovuto aspettare che mia mamma mi spedisse le castagne secche, volevo quello che usava lei; quindi è diventata l'ultima ricetta e non più la prima.
Non lo gustavo più da 10 anni circa, ovvero da quando mi sono trasferita qui a Modena, perché scendendo di solito per le vacanze estive, non è proprio il piatto adatto da preparare in quel periodo.
Ecco perché ringrazio di cuore il tema del mese: la castagna; senza questo input non lo so se mi sarebbe mai capitato di prepararlo, con l'occasione farlo assaggiare a mio marito che non l'aveva mai mangiato e, ritornare indietro con la memoria a quando io ed i miei fratelli ci litigavamo i cruzziteddi... ovvero le castagne secche lessate.
Vi lascio immaginare il sapore, povero ma genuino e vi faccio la traduzione del titolo che non è uno scioglilingua: "attupateddi chi fasola e i cruzziteddi" (ditalini con fagioli e castagne secche)  semplice no?! *-*
Arrivederci MTC.
Un abbraccio alla prossima, Debora.
P.S. Mi scuso per le foto, ma sono pessima come fotografa e non rendono affatto giustizia alla bontà del piatto.

lunedì 25 novembre 2013

La castagna sglutinata... per l'MTC!!!


TORTA CASTAGNA
(dosi valide per uno stampo da 24/26 cm di diametro)
Ingredienti:
Uno youghurt naturale da 125 ml (usare il bicchierino come misura); un pizzico di sale; un vasetto e 1/2 di farina senza glutine (Mix it Ds-Schar); un vasetto e 1/2 di farina di castagne; un cucchiaio abbondante di cacao amaro (Perugina); 1/2 vasetto d'olio di semi; una bustina di lievito (Pedon); 2 vasetti di zucchero semolato; 200 gr di cioccolato fondente all'85% di cacao (Perugina); una noce di burro; 2/3 cucchiai di latte; 3 uova medie a temperatura ambiente; confettura di marroni (Zuegg); olio di semi per ungere la teglia; farina di riso q.b.
Preparazione:
Preriscaldare il forno a 180°.
Montare le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale sino a che il composto non avrà triplicato il suo volume; aggiungere prima la farina di castagne e farla assorbire; poi un po' alla volta la farina senza glutine setacciata insieme al cacao.
Unire l'olio e lo yoghurt ed amalgamare; infine mettere il lievito e travasare nello stampo usa e getta o teglia apposita, leggermente unto con l'olio e spolverato con la farina di riso.
Far cuocere per circa 40 minuti, facendo la solita ma sempre affidabile prova stuzzicadenti.
Non appena si è freddata dategli la forma di una castagna, smussandone un po' i lati con un coltello affilato.
Far sciogliere a bagnomaria il cioccolato, fuori dal fuoco aggiungete una noce di burro e tanto latte quanto ne serve per ottenere un composto semi fluido.
Con questa miscela glassate la torta e fatela raffreddare a temperatura ambiente.
Spalmate un po di confettura di marroni sulla parte finale per simulare la parte più chiara della castagna.
Offrire ad amici e parenti con intolleranza al glutine, anche se a detto di mio marito (ecco spiegata la fettina asportata) è veramente buona e si mantiene morbida per un paio di gg se ben protetta da correnti d'aria.
P.S. Di solito non mi piace far pubblicità ai vari prodotti che uso, ma stavolta l'ho fatto perché avendo usato prodotti gluten free facilmente reperibili, ciò può servire come piccola guida a chi vuole ripeterla e farne lo stesso uso... preparare una torta che vada bene per tutti, senza problemi per chi è invece costretto a mangiare sglutinato.
E' la classica torta 7 vasetti o allo yoghurt opportunamente riadattata, riuscita alla perfezione e mi serve per partecipare all'MTC del mese su proposta della Sig.ra Pici e castagne.
N.B. Per Alessandra... grazie lo stesso, ho controllato sui siti delle ragazze sglutinate e non ci sono indicazioni particolari sul cacao... quindi ho usato quello che avevo.
Un abbraccio alla prossima, Debora.
Buona nuova settimana :-)

giovedì 21 novembre 2013

Con... anticipo!!!


BISCOTTI CON UVETTA
(dosi valide per circa 20/25 pz.)
Ingredienti:
150 gr di farina "00"; 100 gr di burro; 80 gr di zucchero semolato; la scorza grattugiata di un'arancia; un uovo (tuorlo ed albume separati); una manciata d'uvetta; un dl di rhum; un cucchiaio di latte; un pizzico di sale; un cucchiaio di gocce di cioccolato.
Preparazione:
Mettere in ammollo l'uvetta nel rhum.
Impastare insieme la farina; lo zucchero; il burro ammorbidito; il sale; la scorza d'arancia e l'albume.
Lavorare il tutto sino ad ottenere un impasto elastico.
Unire continuando ad impastare le gocce di cioccolato e l'uvetta, ben strizzata.
Dividere la pasta in palline non più grandi di una noce, spennellarle con il tuorlo sbattuto con il latte.
Preriscaldare il forno a 180°.
Porre i biscotti su una teglia coperta da carta forno e cuocere per 20 minuti circa.
Servire a merenda o colazione con una bella tazza di thé fumante o cioccolata calda e buon appetito.
Vi lascio così e vi auguro in anticipo :-) buon fine settimana.
Alla prossima, abbracci.
Debora

giovedì 14 novembre 2013

Per rompere... il ghiaccio!!!


TOZZETTI CON FARINA DI CASTAGNE ALLA BOSCAIOLA
(dosi valide per 4 persone)
Ingredienti:
200 gr di farina di castagne; 100 gr di farina "00"; 1/2 cucchiaino di sale; 200/220 ml d'acqua tiepida; 2/3 porcini di medie dimensioni; 100 gr di pancetta a dadini; 0,5 dl di vino bianco secco; 15 gr di burro; un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva; 3 bacche di ginepro; timo fresco; scaglie di parmigiano; farina "00" per la spianatoia; sale e pepe nero macinato al momento q.b.
Preparazione:
Setacciare le farine in un'ampia ciotola, aggiungere il sale e l'acqua tiepida un po' alla volta, in base al grado d'assorbimento delle farine.
Impastare sino ad ottenere un composto liscio e compatto.
Formare con le mani dei piccoli filoncini e con un coltello non seghettato tagliare gli gnocchi, 1 cm e 1/2 circa ciascuno. Disporli su un vassoio spolverato di farina man mano che li preparate tutti.
(Si ottengono circa 550 gr di gnocchi)
Pulire i porcini con uno spazzolino e tagliarli a fettine sottili prima, in piccoli pezzi dopo.
Far sciogliere il burro e l'olio in una capace padella che possa poi contenere gli gnocchi; unite le bacche di ginepro pestate ed i funghi.
Saltare qualche minuto a fiamma vivace, aggiungere la pancetta e far rosolare.
Sfumare con il vino, abbassare la fiamma, regolare con sale; pepe e foglioline di timo fresco; terminare la cottura.
Cuocere i tozzetti in abbondante acqua salata e scolarli lasciandoli appena un po' umidi, non appena saranno cotti, a seconda dei gusti personali; dato che potrebbero risultare un po' duri, specie se si è lavorato troppo l'impasto.
Versare gli gnocchi nella padella del condimento e fare mantecare.
Servire subito con scaglie di parmigiano e timo fresco.
Sfida del mese dell'MTC  su proposta di Serena del blog Pici e castagne non una ricetta specifica o un insieme di ricette come la volta scorsa... ma un ingrediente: La castagna!
Il frutto autunnale per eccellenza; il cosiddetto pan dei poveri.. ehm forse una volta visto il costo proibitivo che hanno adesso a meno che non si sia tanto bravi da andarsele a cercare personalmente nei boschi...mi piace pure la castagna, quindi qual'è il problema??!!
Il mio problema è che la castagna per me deve essere tale, le ho sempre e solo mangiate lesse o come caldarroste ma non sotto forma di farina che trovo troppo dolce; non in purea per fare il Montblanc per esempio; niente castagnaccio; niente marron glacé e via di questo passo...
Ma nello stesso tempo sono affascinata da quello che si può preparare con questo ingrediente e dato che a mio marito non dispiace nessun uso della castagna... ho voluto rompere il ghiaccio con gli gnocchi che ho chiamato tozzetti, perché la forma lascia un po' a desiderare ma il sapore... UHMMMM...
P.S. Non so se è l'età che avanza :-) se sentire i sapori in maniera diversa da come li percepivo una volta dipenda da questo fattore ma, alla fine li ho trovati buoni anch'io... dolci, questo sì, però non eccessivamente come ricordavo.
Buongiorno abbraccioso, alla prossima.
Debora

lunedì 11 novembre 2013

Castagne... e vino!!!


VIN BRULE'
(dosi valide per 4/6 persone)
Ingredienti:
1/2 lt di vino rosso; una stecca di cannella; 85 gr di zucchero semolato; 3 chiodi di garofano; la scorza di 1/2 arancia; la scorza di 1/2 limone; un pizzico di noce moscata grattugiata.
Preparazione:
Lavare bene il limone e l'arancia e tagliare la metà delle loro scorze, solo la parte gialla visto che quella bianca è amara.
Mettere il vino in una pentola; aggiungere tutti gli altri ingredienti.
Mescolare bene sino a che lo zucchero non si scioglie completamente, porre su fuoco basso.
Far cuocere lentamente e dopo aver raggiunto l'ebollizione, prolungare la cottura per altri 5 minuti.
Filtrare e servire ben caldo o al massimo tiepido.
Oggi San Martino ed era antica usanza veneziana sopratutto, festeggiare questa ricorrenza con le prime castagne ed il vino novello, ovvero quello ottenuto dalla vendemmia di Settembre.
Le caldarroste ci sono; il vino nel mio caso cotto e speziato c'è... quindi cos'altro posso fare se non augurarvi buon oggi e buon inizio settimana?!
:-) un abbraccio alla prossima, Debora.

lunedì 4 novembre 2013

E' passato... ma!!!


GOSTH CAKE
(dosi valide per due stampi da 24/26 cm di diametro)
Ingredienti:
6 uova; 4 vasetti di zucchero semolato; 6 vasetti di farina "00"; un vasetto d'olio di semi (1/2 + 1/2); 2 bustine di lievito; 2 pizzichi di sale; 2 vasetti da 125 ml di yogurth naturale; 300 ml di panna *(vegetale);3 bounty mostruosi; cioccolato fondente; pasta di zucchero colorata; stringhe di liquirizia q.b.
Farcia:
500 gr di mascarpone; 170 gr di latte condensato; 200 ml di panna *(vegetale); 1/2 bicchiere di Nutella; gocce di cioccolato q.b.
Bagna:
200 ml d'acqua; il succo di 2 arance bionde; 3 cucchiai di zucchero.
Preparazione:
Sia per la ricetta delle torte, che per la crema e la bagna guardare qui
Come ho sempre detto preferisco la torta 7 vasetti al classico pan di Spagna ed anche la crema è adattissima ai bambini, a parte il fatto che, quella precedente era molto piaciuta quindi la la richiesta è stata esplicita: farla uguale...
Ho solo aggiunto la Nutella stavolta ma, il risultato non è cambiato: finita ed apprezzata moltissimo.
Per dargli la forma, ho tagliato le torte a metà prima e poi in cerchietti sempre più piccoli; mentre con i ritagli ho fatto la cupoletta.
100 ml di panna li ho usati semi montati per compattare la torta; mentre gli altri 200 ml di panna montata stavolta per rivestirla interamente.
Ehm... l'idea era usare la pasta di zucchero, però non mi ero accorta di non averne più ma alla fine, l'alternativa non  mi è dispiaciuta... ricordiamo sempre che c'è chi non apprezza il sapore di questa copertura particolare.
So che Halloween è passato ma non potevo tenermela sino all'anno prossimo, sarebbe andata a male no?! :-))
Non piace a me per prima pubblicare qualcosa che non sia più attinente al periodo in corso... spero mi perdoniate :-)
Un abbraccio e buona nuova settimana, Debora.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...