venerdì 31 maggio 2013

Buonissimo... nella sua semplicità!!!


SPIEDINI DI SCAMORZA
(dosi valide per 4 persone)
Ingredienti:
6 scamorzine bianche; 6 scamorzine affumicate; 2 cipollotti o scalogni; 30 gr di prezzemolo; 7/8 cucchiai d'olio extra vergine d'oliva; una baguette un po' rafferma; salvia in foglie; sale e pepe q.b.
Preparazione:
Affettare la baguette e le scamorzine, tenere da parte.
Preparare un trito finissimo di prezzemolo e cipollotti; coprirli con l'olio, regolare con sale e pepe ed emulsionare bene il tutto.
Pulire la salvia e tamponarla con carta cucina; nel caso in cui le foglie fossero molto grandi spezzarle a metà.
Comporre gli spiedini cominciando con una fetta di pane; una fettina di scamorza affumicata; una fogliolina (o mezza) di salvia e poi di nuovo il pane, la scamorza bianca; la salvia e via così sino ad esaurimento ingredienti.
Nessuno vieta di omettere lo spiedo ed usarli come piccoli sandwich da aperitivo.
Irrorare con l'olio aromatico precedentemente preparato e porre in forno già caldo a 220° per circa 10 minuti scarsi.
Servire immediatamente.
Se dovesse esserci caldo, allora passare le scamorzine ancora intere in freezer per 15/30 minuti o si scioglierebbero troppo; mentre in realtà devono solo essere leggermente filanti.
Ricetta tratta da uno speciale Cucina Moderna Oro vecchio numero.
Il titolo del post non è casuale ( e quando mai lo è stato ^-*) perché è quello che ha detto mio marito quando li ha assaggiati per la prima volta e dato che lo ripete sempre, forse è vero eheheh.
Un antipasto velocissimo da gustare in compagnia ed allegria e con questa ricettina, vi lascio augurandovi un buon fine settimana.
Alla prossima, abbracci Debora.

lunedì 27 maggio 2013

Prima o poi... servirà!!!


CHEESECAKE AFTER EIGHT
(dosi valide per uno stampo da 30 cm)
Ingredienti:
200 gr di biscotti secchi; 120 gr di burro; 500 gr di mascarpone; 170 gr di latte condensato; 30/40 cl di sciroppo alla menta; 30 gr di gocce di cioccolato; cacao amaro q.b.
Preparazione:
Ridurre in polvere i biscotti e mescolarli con il burro fuso intiepidito.
Posizionare un foglio di carta forno sul fondo di una tortiera con cerniera.
Con il composto di biscotti e burro fare la base della torta.
Porre in frigo per almeno 1/2h.
Lavorare il mascarpone con il latte condensato e lo sciroppo alla menta.
Aggiungere le gocce di cioccolato e travasare la farcia ottenuta sulla base di biscotti.
Livellare con il dorso di un cucchiaio, sigillare con pellicola alimentare a contatto e far riposare in frigorifero per almeno un giorno  intero.
Togliere la pellicola e liberare il dolce dallo stampo, decorare con cacao amaro aiutandosi con uno stencil e servire.
Un dolce fresco che più riposerà in frigorifero e più sarà buono, perché i sapori si sposeranno meglio tra loro, che prima o poi servirà... quando e se arriverà davvero la bella stagione :-))
Si prepara in poco tempo e non ha bisogno di cottura.
Nato per l'esigenza di consumare il mascarpone prossimo alla scadenza ma tanto apprezzato che ve lo voglio regalare per augurarvi un buon inizio nuova settimana, si spera meno anomala climaticamente parlando.
Un abbraccio, Debora

venerdì 24 maggio 2013

Desiderio... di belle giornate!!!


PATATE AL CARTOCCIO
(dosi valide per 4 persone)
Ingredienti:
200 gr di patate da circa 50 gr ciascuna; 20 gr di burro; 2 cipollotti o una cipolla; sale; pepe; rosmarino e timo (freschi o in polvere) q.b.
Preparazione:
Affettare sottilmente le patate e disporne una per sacchetto adatto alla cottura in forno; completate con i cipollotti o la cipolla tagliata finemente; le spezie e pochi fiocchi di burro.
Chiudere il sacchetto, scuotere il più possibile in modo che i sapori si distribuiscano bene e mettere in forno già caldo a 180° per 30 minuti circa.
Sfornare e servire.
Ricordarsi di forare il sacchetto in più punti, non a contatto con il cibo per permettere la fuoriuscita del vapore.
Nel caso in cui non abbiate l'apposito sacchetto potete usare dei quadrati di carta forno, dove disporrete le patate in 2 file, leggermente sovrapposte; i cipollotti o la cipolla sopra ed infine le spezie.
Chiudete i lembi della carta forno sulle patate e sigillatele con una chiara d'uovo un po' sbattuta.
Ho simulato un pic nic... perché la Primavera così strana di quest'anno mi ha proprio stancata, sbalzi di temperatura allucinanti; pioggia e sole; freddo o caldo nel giro di pochi minuti senza nessuna coerenza e continuità.... bleah!
Un abbraccione, buon w.e. "nonostante tutto" :-)
Debora

lunedì 20 maggio 2013

Un lecca lecca... gigante!!!


CAKE LOLLI POP
(dosi valide per 4 persone)
Ingredienti:
1 uovo; 70 gr di zucchero semolato; 70 gr di farina "00"; 70 gr di cacao amaro; 50 gr di olio di semi; *sciroppo d'amarena e zuccherini colorati q.b.
Preparazione:
Montare l'uovo e lo zucchero sino ad ottenere un composto spumoso; aggiungere gradatamente la farina miscelata al cacao ed infine l'olio.
Mettere l'impasto negli appositi stampini; inserire gli stecchi e porre in forno già caldo a 170° per 15 minuti.
Sfornare e far freddare prima di sformare i vostri cake lolli pop.
Spennellare la superficie con poco sciroppo d'amarena e decorare con gli zuccherini colorati o altro a vostra scelta.
Ricetta presa direttamente dal libriccino dello stampino, con la sola aggiunta della parte decorativa.
La consistenza è più simile a quella di un biscotto che di una torta, non è molto morbido ed è anche un po' amaro, quindi a piacere si può aumentare la quantità di zucchero o ridurre il cacao; purché il totale coincida con le dosi indicate.
L'insieme però viene simpatico e giocoso, sembra davvero un lecca lecca gigante; una perfetta merenda per i bimbi o per gli adulti che hanno voglia di sorridere un po'... e ce n'è sempre bisogno
:-)
Un buongiorno abbraccioso, bye Debora.

martedì 14 maggio 2013

Il più classico... dei classici!!!


TIRAMISU'
(dosi valide per uno stampo da 26/28 cm di diametro)
Ingredienti:
3 uova medie a temperatura ambiente; 500 gr di mascarpone; 6/7 cucchiai di zucchero semolato; 200 gr di savoiardi; caffè amaro e cacao amaro q.b.
Preparazione:
Separate i tuorli dagli albumi.
Lavorate i primi con lo zucchero ed il mascarpone, sino ad ottenere una crema liscia e senza grumi.
Montate a neve fermissima gli albumi ed incorporateli un po' alla volta alla crema precedentemente ottenuta, con movimenti dall'alto verso il basso e mai rotatori o rischiate di smontarli.
Tenere da parte.
Preparare il caffè e versatelo in una ciotola larga  e capiente.
Imbevete i savoiardi velocemente nel caffè e disponete un primo strato, con la parte zuccherosa verso l'alto nello stampo usato.
Distribuite sopra questi un abbondante strato di crema e poi proseguite di nuovo con i savoiardi, che devono essere messi in senso contrario rispetto ai precedenti, al fine di formare una griglia che abbia più presa al momento del taglio.
Continuate sino ad esaurimento ingredienti, benché sia preferibile non fare più di 3 strati al massimo.
Terminate con la crema e spolverate la superficie con abbondante cacao amaro.
Ponete in frigo sino al momento dell'uso, meglio se consumato il giorno dopo ma riportatelo comunque a temperatura ambiente, prima di gustarlo in tutta la sua bontà.
Per dargli la forma circolare come ho fatto io, usare l'anello di uno stampo con cerniera da posizionare sul piatto da portata; disporre i savoiardi e la crema al suo interno, come sopra descritto e togliere il cerchio appunto il giorno dopo.
Uno dei miei dolci preferiti, uno dei primi che ho preparato con la supervisione di una cugina , infatti uso ancora oggi la sua ricetta e mi sono sempre trovata bene, per sapore e quantità, detto da chiunque l'abbia assaggiato.
Il più classico dei classici perché il tiramisù tutti lo conosciamo e tutti lo facciamo ma molti usano anche la panna in aggiunta alla già ricca crema o il cioccolato tra uno strato e l'altro di farcia, extra che personalmente non condivido; la panna sopratutto, perché uccide gli altri sapori a mio avviso ma, ovviamente come tutte le ricette è personalizzabile come si vuole... benché io continuerò a preferire sempre la versione base.
Un dolce buongiorno e buon inizio settimana anche se un po' in ritardo :-)
Bye, Debora.

venerdì 10 maggio 2013

Un bouquet... per la mamma!!!


GIRELLE DI TRAMEZZINI
(dosi valide per circa 30 pz.)
Ingredienti:
6 fette di pane per tramezzini; 150 gr di prosciutto cotto; 150 gr di emmental a fette; maionese q.b.
Preparazione:
Con un mattarello assottigliare bene le fette di pane o si spezzano.
Coprire ognuna di essa con un velo di maionese, delle fette di prosciutto e di formaggio.
Arrotolare dal lato più corto ed impacchettare il cilindro ottenuto con della pellicola alimentare, realizzando dei salsicciotti chiusi ben stretti.
Porre in frigo sino al momento dell'uso.
Affettare e servire come antipasto o snack.
Se avvolte bene nella pellicola non seccano, quindi hanno il grande vantaggio che possono essere preparate con molto anticipo rispetto a quando le dovrete usare.
La farcitura può variare a seconda dei gusti o di quello che si ha in casa, unica avvertenza non eccedere o avrete problemi ad avvolgere il tramezzino su se stesso.
Dedico questo bouquet a tutte le mamme cui faccio tanti auguri; anche perché è così semplice da fare che può essere fatto dai bimbi proprio per onorare la festività a loro dedicata.
Un abbraccio e buon fine settimana.
Debora.

lunedì 6 maggio 2013

Ideali... per l'aperitivo!!!


FROLLINI AL PECORINO
(dosi valide per 50 biscotti)
Ingredienti:
100 gr di pecorino romano grattugiato (o parmigiano); 125 gr di farina "00"; 80/100 gr di burro morbido; un pizzico di sale; un pizzico di noce moscata; un pizzico di pepe nero macinato al momento; latte; farina per la spianatoia e spezie varie q.b.
Preparazione:
Setacciare la farina con il formaggio; il sale; il pepe e la noce moscata.
Unire il burro a fiocchetti ed impastare velocemente il tutto.
Cominciate con 80 gr di burro, se necessario aggiungere gli altri 20 gr restanti.
Far riposare in frigo per circa 1/2 ora.
Stendere l'impasto (che sarà molto morbido) su un piano cosparso di farina e con le apposite formine ricavate i vostri biscottini.
Porre su una leccarda coperta da carta forno.
Spennellare la superficie con un po' di latte leggermente salato e completare con spezie diverse *(semi di papavero; timo in polvere; paprika affumicata; erba cipollina e semi di sesamo).
Mettere in forno già caldo a 180° per 10 minuti.
Sformare su una gratella e far freddare.
Conservati fra fogli di carta oleata dentro una scatola di latta si mantengono per circa 3 giorni.
Dopo tante pubblicazioni dolci avevo voglia di  una ricetta salata ma semplice  e stuzzicante, niente di meglio di questi frollini al formaggio che ho trovato sul sito di Giallo Zafferano cui ho apportato solo delle leggere modifiche.
E' l'ora della colazione più che dell'aperitivo... ma se li accettate lo stesso per augurarvi il buondì e un buon inizio nuova settimana, ve li offro volentieri
:-) 
P.S. Tutto bene con il maltempo?
Un abbraccio, Debora.

giovedì 2 maggio 2013

Anche... distillate!!!


LIQUORE ALLE FRAGOLE
(dosi valide per 1 lt e 1/2 circa)
Ingredienti:
600 gr di fragole; 350 ml d'alcool etilico a 90°; 1/2 kg di zucchero semolato; un lt d'acqua; un baccello di vaniglia del Madagascar (buona qualità).
Preparazione:
Lavate ed asciugate delicatamente le fragole; eliminate il picciolo ed eventuali parti poco mature.
Mettetele in un vaso a chiusura ermetica con l'acqua; lo zucchero; l'alcool ed il baccello di vaniglia.
Chiudete e fate riposare al buio per 30 gg; agitando di tanto in tanto il contenitore.
Trascorso il tempo necessario filtrate il liquido con un colino a maglie sottilissime e travasatelo nelle bottiglie sterilizzate ed asciutte.
Fate riposare il liquido per altri 20 gg (anche se più riposa e più diventa buono) benché vada però consumato freddissimo entro un anno dalla data di preparazione.
Le fragole possono essere servite in accompagnamento al liquore o a parte, anch'esse fredde, coperte eventualmente da altro alcool puro.
Il baccello di vaniglia opportunamente asciugato, può essere utilizzato per profumare il barattolo dello zucchero.
Questo liquore si può preparare con la stessa quantità di fragoline di bosco appena raccolte.
Ottimo come digestivo.
Inutile dirvi che è profumatissimo; fragoloso nonché buono ma ovviamente alcolico.
Può anche essere un ottima idea regalo, quindi chi vuole farlo si prepari per tempo; le fragole prima o poi finiscono e non dite che le uso poco ^-*
Un abbraccio e buon w.e.
Debora
P.S. Ricetta tratta da un libro.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...