martedì 26 febbraio 2013

Soddisfazione... minima!!!


OLIO AROMATICO AL TIMO E LIMONE
(dosi valide per circa 250 ml)
Ingredienti:
250 ml d'olio extra vergine d'oliva; la scorza di un limone grande; 6/8 rametti di timo fresco.
Preparazione:
Prelevare dal limone la scorza senza la parte bianca che è amara e metterla dentro un contenitore ermetico; unire i rametti di timo e coprire con l'olio.
Far riposare il tutto in luogo fresco e buio per 7/10 gg. al massimo; ricordandosi di agitare il barattolo ogni tanto.
Trascorso il tempo di posa; filtrare il tutto e travasarlo in un'oliera.
Usare il vostro olio aromatico per insaporire insalate; carne alla griglia o pesce.
La parte che mancava per completare il pacco di Stella.
La ricetta l'ho presa da una rivista, non ricordo se S&P o CM ma non mi ha entusiasmata più di tanto; mi aspettavo un sapore ed un odore più marcato ed invece è tutto molto soft.
Nonostante abbia usato dell'olio di buona qualità, sopratutto il limone si sente pochissimo; infatti prossima volta provo con i lime e vediamo se andrà meglio o forse dipende tutto dai gusti personali, mah!!!
Ti chiedo venia mia cara, sei stata l'inconsapevole cavia; mentre a voi auguro il buongiorno.
Abbracci, byee.

venerdì 22 febbraio 2013

Traduciamo... le parole!!!


CACOCCIOLI ALLA VIDDANEDDA
(dosi valide per 2/4 persone)
Ingredienti:
800 gr di carciofi al netto degli scarti *(surgelati); 3 spicchi d'aglio; un cucchiaio d'olio extra vergine d'oliva, 2/3 filetti d'acciuga spezzettati o un cucchiaio  di pasta d'acciughe; un dado classico *(facoltativo); sale; pepe; acqua e prezzemolo fresco q.b.
Preparazione:
1/ Metodo:
Mondare i carciofi e privarli della barba interna; metterli in una bacinella colma d'acqua acidulata con succo di limone.
Scolarli e farcirli con l'acciuga in filetto o in pasta; dei pezzettini d'aglio; un po' d'olio prezzemolo sale e pepe.
Metterli a testa in su, in un tegame coperto d'acqua, tanta quanta ne serve per farli cuocere ma senza che arrivi a toccare la parte alta dei carciofi, quindi la parte farcita.
Sbriciolate il dado e controllate di tanto in tanto la cottura; dovranno essere cotti ma non sfatti e mescolate non spesso o si spappolano.
Non appena pronti serviteli come contorno o piatto unico, ecco perché variano le dosi.
2/ Metodo:
Dopo aver pulito i carciofi, possono essere anche tagliati a spicchi, quindi mettere tutti gli ingredienti insieme a far cuocere per circa 30/40 minuti ricordando che devono essere cotti ma non sfatti e poi serviteli.
Il secondo metodo è quello che si usa anche per i carciofi surgelati, perché farcirli internamente non è possibile.
L'uso del dado è facoltativo, però gli da quel pizzico di sapore in più.
Ricetta classica siciliana e come tale personalizzabile da famiglia in famiglia...nella mia si fanno come vi ho detto.
"Cacoccioli alla viddanedda"... ovvero "carciofi alla villanella" da villano; villico; contadino; quindi cucina povera  ma non priva di gusto, anzi :-)
Vi auguro un buon fine settimana più salutare (niente dolci stavolta) ed imbiancato (again uffa), bye abbracciosi.

lunedì 18 febbraio 2013

Solo 3... parole!!!


BISCOTTI AL CAFFE' FARCITI
(dosi valide per circa 30/35 pz.)
Ingredienti:
100 gr di farina "00"; 20 gr di maizena; 50 gr di zucchero semolato; 40 gr di burro; un pizzico di sale; 1/2 cucchiaino di lievito per dolci; 10 gr di cacao amaro; un cucchiaino di caffè solubile; 3/4 cucchiai di latte; farina q.b.
Farcia:
100 gr di cioccolato bianco; 100 ml di panna *(vegetale); un cucchiaino di cannella in polvere.
Preparazione:
Setacciare la farina, con il lievito e la maizena in una ciotola; aggiungere il cacao; il sale; lo zucchero ed il caffè solubile, mescolare bene.
Unire il burro fuso e tanto latte quanto serve per ottenere un impasto liscio ed elastico (circa 4 cucchiai)
Travasare il composto su una superficie infarinata; finire di lavorarlo e stenderlo con l'ausilio del mattarello in una sfoglia non troppo sottile.
Con le apposite formine ricavare i vostri biscotti e metterli in forno giù caldo a 180° per 10/15 minuti al massimo sulla leccarda coperta da carta forno.
Farli freddare sull'apposita gratella per dolci.
Nel frattempo preparare la farcitura.
Fare fondere a bagnomaria la panna con il cioccolato e la cannella.
Dopo che la crema si sarà freddata, sbatterla un po' con le fruste ed usarla per farcire i vostri dolcetti.
Conservati in una scatola di latta; protetti da carta oleata si mantengono un paio di giorni.
Oggi il mio blog compie 3 anni e per festeggiare vi offro questi biscottini.
Solo 3 parole: grazie di cuore!!!
Grazie per la vostra presenza; per la pazienza e l'affetto. Presenza costante; pazienza perché non sono puntuale ed affetto non ha bisogno d'essere spiegato.
Vorrei che i protagonisti oggi foste voi... voi che mi date lo stimolo per continuare; voi che avete trasformato questo spazio in un blog e non solo in uno sterile archivio di ricette.
Parlatemi di voi se vi va, aiutatemi a conoscervi meglio; oppure ditemi come mi avete trovata; perché vi siete fermati qui o perché non restate; se avete provato qualche ricetta che vi è piaciuta o se al contrario ne avete provata qualcuna che non vi è piaciuta...etc. etc.
Un abbraccio col cuore :-)

giovedì 14 febbraio 2013

La freccia di... Cupido!!!


CUPCAKE FORESTA NERA
(dosi valide per 6 pz.)
Ingredienti:
75 gr di farina autolievitante; 20 gr di cioccolato fondente; 1 cucchiaio di mandorle tritate; 10 ciliegie candite tagliate a cubetti; 58 gr di zucchero semolato; 58 gr di burro; 1 cucchiaio di kirsch; 1 uovo medio.
Ganasce:
50 gr di cioccolato fondente; 50 ml di panna; 1 cucchiaio di kirsch 
Glassa:
100 gr di zucchero al velo; 1/2 albume; 2 gocce di succo di limone *(panna vegetale semi montata)
Decorazione:
6 ciliegie sotto spirito *(al maraschino); riccioli di cioccolato fondente q.b.
Preparazione:
Sciogliete il cioccolato fondente a bagnomaria; toglietelo dal fuoco e lasciare raffreddare.
In una ciotola ponete il burro ammorbidito a temperatura ambiente; lavoratelo con lo zucchero sino ad ottenere una crema soffice.
Aggiungete una alla volta le uova; unite la farina setacciata; le mandorle; i cubetti di ciliegia candita ed il liquore.
Amalgamate il tutto con un cucchiaio di legno.
Travasate il composto negli appositi pirottini riempiendoli per circa 1/3 e ponete in forno già caldo a 180° per circa 15/20 minuti.
Sformate i vostri cupcake e lasciateli freddare su una gratella.
Nel frattempo preparate la ganache; facendo sciogliere a bagnomaria il cioccolato con la panna ed il kirsch e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.
Per la glassa sbattete l'albume con lo zucchero ed il succo di limone sino a quando non otterrete un composto liscio e senza grumi *(ho sostituito con della panna semi montata).
Decorare i cupcake con uno strato di ganasce; sopra mettete la glassa ed ultimate con i riccioli di cioccolato e la ciliegia sotto spirito *(da cocktail).
La ricetta è presa da una rivista ed ho fatto solo le piccole modifiche evidenziate.
Se fate freddare tutto per bene, la ganasce assume uno spessore diverso molto più gratificante al palato... ma io andavo un po' di fretta, visto che è il dolcetto che ho fatto trovare a mio marito stamattina per augurargli Buon San Valentino!
Che voi lo festeggiate o meno, che la "festa" vi piaccia oppure no... tanti auguri lo stesso :-) e buon fine settimana con l'occasione.
Abbracci.
P.S. Dimenticavo... sono buoni; morbidi e poco dolci, nonostante quel che si possa pensare.

domenica 10 febbraio 2013

Carnevale... spagnolo!!!


CHURROS
(dosi valide per 4 persone)
Ingredienti:
250 gr di farina "00"; un pizzico di sale; 3 dl d'acqua; olio di semi e zucchero al velo q.b.
Preparazione:
Portate ad ebollizione l'acqua con il sale.
Mettete la farina in una ciotola e formate un incavo al centro; versatevi l'acqua bollente e mescolate rapidamente con una frusta, incorporando man mano la farina.
Continuate a mescolare con l'aiuto delle mani sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo; lasciatelo raffreddare e poi ponetelo in frigorifero.
Quando l'impasto sarà ben freddo, trasferitelo in una tasca per dolci cui avrete applicato una bocchetta dentellata di circa 1 cm di diametro.
Scaldate abbondante olio in una padella a bordi alti; strizzate la sac à poche e fate scendere la pasta direttamente nell'olio, formando dei bastoncini lunghi 8/10 cm che taglierete con un coltello affilato.
Friggete pochi churros alla volta  sin quando non diventeranno gonfi e dorati.
Sgocciolateli su carta assorbente; spolverizzate con abbondante zucchero al velo o semolato e della cannella se volete e serviteli subito.
Per gustare al meglio questa specialità della cucina spagnola, potete servire i churros a merenda o colazione con una tazza di cioccolata calda; in tutti i periodi dell'anno, non solo durante il Carnevale.
La ricetta l'ho presa da CM speciale Carnevale di qualche anno fa, ma guardando in rete ho visto che l'impasto prevede anche uova e burro che qui sono assenti.
Non avendo mai mangiato gli originali in Spagna (è una terra che non ho mai visitato ad oggi) non so quale sia la versione corretta...però buoni son buoni e questa credo sia la cosa più importante no?!
Le origini dei churros sono controverse... chi le attribuisce agli Spagnoli e chi ai Portoghesi e poi da loro trasferite a tutte le popolazioni dell'America latina.
Anche la forma varia; chi fa dei semplici cilindretti, chi gli da la forma di una lunga spirale e chi fa dei piccoli fiocchi.
Ed anche quest'anno la tradizione del fritto di Carnevale è stata rispettata :-)
Bye bye alla prossima, abbracci.

mercoledì 6 febbraio 2013

L'ospite... porta il dolce!!!


BLACK CHEESECAKE
(dosi valide per uno stampo da 24 cm di diametro)
Ingredienti:
120 gr di biscotti petit beurre *(Oro Saiwa); 160 gr di zucchero semolato; 3 uova medie; 50 gr di burro; 200 gr di cioccolato fondente; 80 ml di caffè; 450 di formaggi bianchi *(ricotta di pecora); una stecca di vaniglia; un pizzico di sale; cannella in polvere *(facoltativa); cioccolato fondente e zucchero al velo q.b.
Preparazione:
Far fondere a bagnomaria il burro, quindi mescolatelo con i biscotti  sbriciolati ed aromatizzati con la cannella (l'ho aggiunta io, ma male non ci sta).
Distribuire il composto sul fondo della tortiera, coperto da carta forno e porre in frigo sino a quando non avrete finito di preparare la farcia.
Sciogliere a bagnomaria il cioccolato con il caffè e lasciare intiepidire.
Lavorare con le fruste i formaggi scelti con il pizzico di sale, sino ad ottenere una crema.
Incorporare pian piano lo zucchero; le uova una alla volta; i semi di vaniglia ed il cioccolato al caffè.
Travasare il composto sulla base di biscotti, livellando la superficie con il dorso di un cucchiaio.
Infornare in forno già caldo a 150°  per un'ora circa.
Lasciare raffreddare nel forno spento.
Togliere la torta  dallo stampo solo quando è completamente fredda *(se usate uno stampo a cerniera, stando attenti la si può sformare anche un po' prima)  e servirla decorandola con riccioli di cioccolato e zucchero al velo.
La ricetta originale è presa da un libro; la sua bontà è stata provata sul campo, in una parola sola: ottima!
I miei amici hanno gradito; come io ho gradito la loro piacevole compagnia e se vedete la fetta è perché mi hanno permesso di portarne un po' a casa :-)
Buondì abbracciosi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...