martedì 20 novembre 2012

Un po'... di pubblicità!!!


COCA-COLA© CAKE
(dosi valide per uno stampo da 22/24 cm di diametro)
Ingredienti:
240 gr di farina "00"; 250 gr di zucchero semolato; 250 ml di Coca-Cola©; 125 ml di latticello o yogurth bianco; 1/2 cucchiaino scarso di sale; un cucchiaino scarso di lievito; 1/2 cucchiaino di bicarbonato; 200 gr di burro; 30 gr di cacao amaro; 2 uova intere.
Glassa:
100 gr di burro; 40 ml di Coca-Cola©; 3 cucchiai di cacao amaro; la punta di un cucchiaino di sale; 200 gr di zucchero al velo.
Preparazione:
Mescolare in una ciotola la farina; il sale; lo zucchero; il lievito; il bicarbonato; il *cacao ed il sale.
In un pentolino mettere il burro; la Coca-Cola© ed il latticello o lo yogurth.
(Per fare il latticello: prendere 125 ml di latte, aggiungere 1/2 cucchiaio di succo di limone e farlo riposare per 10/15 minuti).
Portare a bollore il composto e versarlo a filo sugli ingredienti secchi, mescolando in maniera energica.
Quando il tutto sarà ben omogeneo, unire le uova intere ed amalgamare.
Preriscaldare il forno.
Travasare nello stampo imburrato o coperto da carta forno e mettere a cuocere la torta a 180° per 35/40 minuti circa.
Deve restare morbida ed umida.
Nel frattempo preparare la glassa.
In un pentolino a fuoco basso, far fondere il burro con la Coca-Cola© e non appena raggiunge il bollore, unire il cacao ed il sale.
Togliere dal fuoco, girare bene ed incorporare pian piano lo zucchero al velo.
Lavorare la glassa sin quando sarà liscia e setosa.
Con la glassa tiepida glassare la torta subito appena uscita dal forno.
Far freddare e servire.
La ricetta non è mia ma dell'araba più felice che c'è nel web, ovvero di Stefania e  trovate qui la versione originale.
Il *cacao per la torta va unito al composto di burro e Coca-Cola© fuori dal fuoco dopo il raggiunto bollore.... ma ho fatto una gaffe: credevo che tutti gli ingredienti secchi andassero da una parte ed i liquidi da un'altra e poi mischiati; anche se comunque credo che il risultato sia stato lo stesso però essendo la ricetta di proprietà altrui e non era mia intenzione stravolgerla, meglio specificare :-)
La pubblicità non occulta è quindi per la Coca-Cola© (marchio registrato) che non ne ha bisogno e per l'Araba che anche lei non ne ha bisogno... se volete leggere dei post simpatici con personaggi a volte talmente fuori dal comune che sembrano far parte di una fantasy fiction, allora andare da Stefania è il posto giusto.
Il suo blog ha da poco compiuto 3 anni ed anche se in ritardo e non partecipando al suo giochino di festeggiamento, è comunque il mio modo di farle gli auguri.
Giudizio sulla torta... contrastante.
Buona sicuramente ma la Coca-Cola© non si sente e questo mi spiace, non mi sarebbe dispiaciuto sentire un leggero pizzicore sulla lingua; morbida davvero tanto anche dopo giorni; non troppo dolce come potrebbe sembrare.
La glassa assolutamente indispensabile è la vera particolarità della torta, lascia un leggero retrogusto salato che è un piacevolissimo contrasto con l'insieme e tiepida è la versione che ho preferito.
Beh ora vi lascio, un buondì abbraccioso, au revoir.

lunedì 12 novembre 2012

Non sono... sparita!!!


CUPCAKES AL CAFFE'
(dosi valide per 15 persone)
Ingredienti:
180 gr di farina autolievitante; 90 gr di farina"00"; 125 gr di panna dolce non montata; 170 gr di zucchero semolato; 150 gr di burro fuso; 2 uova medie; 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio; 30 gr di gocce di cioccolato; un cucchiaio di caffè solubile.
Glassa al caffè:
200 gr di zucchero al velo; 45 ml di caffè bollente; chicchi di caffè q.b.
Preparazione:
Setacciare le farine con lo zucchero ed il bicarbonato.
Unire le gocce di cioccolato.
Sciogliere il caffè solubile nella panna.
Fare la fontana e mettere al centro, le uova; il burro fuso e la panna aromatizzata al caffè.
Mescolare ed amalgamare il tutto, ottenendo un composto omogeneo.
Travasarlo negli appositi pirottini di carta, messi dentro la teglia apposita o stampini in alluminio mono porzione, al fine di non far allargare i cupcakes in cottura e porli in forno già caldo a 180° per 20/25 minuti.
Sformarli e farli freddare.
Nel frattempo preparare la glassa, lavorando lo zucchero al velo con il caffè, sin quando non si ottiene una glassa densa ma fluida a sufficienza.
Con l'aiuto di un cucchiaio glassare il dolce e prima che questa solidifichi decorare con un chicco di caffè.
Ottimi per merenda o per la colazione.
Al riparo da correnti d'aria, si mantengono morbidi per un paio di gg.
La giusta carica energetica per cominciare un'altra settimana, sperando che sia meno impegnativa della precedente, almeno per quel che mi riguarda... non sono sparita ed infatti eccomi qui.
Buongiorno, alla prossima :-) abbracci.

domenica 4 novembre 2012

Nient'affatto... amaro!!!


RISOTTO RADICCHIO E TALEGGIO
(dosi valide per 4 persone)
Ingredienti:
250 gr di riso; 100 gr di taleggio; 1/2 cipolla; 300 ml di brodo vegetale; 100/150 gr di radicchio treviggiano; 1/2 bicchiere di vino bianco secco; timo in polvere; sale; peperoncino ed olio extra vergine d'oliva q.b.
Preparazione:
Pulire e tagliare a strisce sottili il radicchio; affettare sottilmente la cipolla.
Preparare il brodo fatto con carota; sedano; cipolla; patata; alloro;sale.
Filtrarlo e tenerlo in caldo.
In una capace padella, fate stufare la cipolla con l'olio; unite il riso e mescolate sino a quando i chicchi non diventano traslucidi.
Sfumare con il vino bianco; abbassare la fiamma.
Aggiungere il radicchio e tanto brodo, aromatizzato con il timo ed il peperoncino, quanto ne serve per far cuocere il tutto, un mestolo alla volta.
Regolare la sapidità.
Mantecate con il taleggio e servite subito.
Non mi piace molto il radicchio perché è un po' troppo amaro per i miei gusti, ma facendolo cuocere a dovere perde la sua nota amarognola, infatti questo risotto è solamente buono, senza se e senza ma.
Il taleggio poi gli da quel tocco in più.
E' piaciuto anche ai miei ospiti che avevano i miei stessi preconcetti con il radicchio.
Un primo piatto gustoso e raffinato per cominciare una nuova settimana, 'notte adesso o buondì  per domani :-)
P.S. Ho usato olio d'oliva per alleggerire un po' la preparazione, ma potete normalmente usare il burro come siete soliti fare.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...